Roma. Tentano furto in appartamento: tre arresti

Più informazioni su

Quando, durante la notte, a Roma, ha sentito provenire dei forti rumori dal pianerottolo, un condomino, per vedere cosa stesse accadendo, ha guardato dallo spioncino ma non ha potuto osservare nulla in quanto lo stesso era stato oscurato.

Resosi conto, vista l’ora tarda, che qualcosa non andava, ha subito chiamato il Nue e l’operatore della Polizia di Stato ha inviato una pattuglia del Reparto Volanti e una del commissariato Colombo per verificare la situazione.

Immediatamente gli agenti sono arrivati all’indirizzo indicato loro e, sentito del trambusto per le scale appena entrati nel palazzo, sono saliti a piedi, passando davanti a un appartamento a cui una serratura della porta era stata divelta e l’altra forzata, fino ad arrivare all’ultimo piano, dove e’ situato il locale ascensore: li’, accovacciati dietro il muretto per nascondersi, hanno scovato tre georgiani con uno zainetto contenente numerosi attrezzi atti allo scasso (grimaldelli, chiave europea, cacciaviti lunghi circa 30 centimetri, chiavi a tubo e a pappagallo, forbici, coltellino multiuso, punte a tazza in acciaio), di diverse forme e dimensioni, ben riposti in diverse custodie in pelle.

Vistisi scoperti, i ladri hanno cercato di fuggire spintonando i poliziotti ma sono stati bloccati ed arrestati: un 35enne, nella tasca dei pantaloni aveva occultati 360 euro ed un orologio di marca dei quali non ha saputo dare contezza; e un 31enne, e’ stato trovato con 550 euro ed un orologio di marca di probabile provenienza illecita e un 29enne, aveva addosso 350 euro.

I tre dovranno rispondere di tentato furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.

Più informazioni su