RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Rubavano auto, rapinavano in case isolate, fuggivano in Spagna, sgominata banda dei romeni a Lagonegro

Più informazioni su

La banda dei romeni che agiva spesso a Lagonegro, in Basilicata, aveva un programma chiaro, sempre quello: prima rubavano un’auto, poi rapinavano case isolate, si spostavano in altre regioni, altri furti e rapine, vendevano la merce a ricettatori napoletani, poi fuggivano in aereo in Spagna da dove ricominciavano l’attività. Ma non sempre le cose vanno bene, si finisce spesso per essere individuati proprio perché l’attività segue sempre lo stesso percorso criminale. Sette degli undici componenti della banda di romeni specializzata in furti di auto di grossa cilindrata e nelle case di Basilicata, Campania, di altre regioni italiane e anche in Spagna – dove andavano in aereo – sono stati arrestati dai Carabinieri stamani, su ordine del gip di Lagonegro (Potenza).

Dei quattro sfuggiti all’arresto, due potrebbero essere tuttora in Spagna. La banda ha messo a segno decine di furti, con un bottino del valore di centinaia di migliaia di euro. I romeni, che hanno la loro ”base” nel Napoletano, agivano a gruppi quasi ogni notte: rubata un’auto, raggiungevano zone isolate e di campagna ed entravano nelle case (anche in presenza dei proprietari).

Dopo il furto si spostavano anche di centinaia di chilometri per compiere altri furti, in Campania, in Basilicata e in altre regioni italiane: la merce rubata veniva poi rivenduta a ricettatori di Napoli. Alcuni di loro hanno rubato in Spagna, dove andavano a gruppetti, in aereo. Le indagini dei Carabinieri sono cominciate circa un anno fa dopo il ripetersi di furti nelle campagne del Lagonegrese.

Più informazioni su