Stazione Termini. Operazione dei Carabinieri

Dalla serata di ieri e fino a notte fonda, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro con il supporto dei militari dell’VIII Reggimento Lazio hanno dato vita ad una mirata azione di controllo nell’area della stazione Termini.

Il bilancio dell’operazione e’ di 3 persone arrestate, altre 2 denunciate a piede libero e 3 sanzionate per aver violato l’ordinanza antialcol.

Il capillare dispiegamento di Carabinieri, che ha interessato tutta l’area esterna e limitrofa allo principale scalo ferroviario della Capitale, ha permesso di arrestare 3 cittadini stranieri risultati destinatari di ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Nello specifico, durante i controlli e’ emerso che una cittadina colombiana di 22 anni risultava colpita da un’ordinanza di custodia emessa dal Tribunale di Milano in ordine a vari furti; un cittadino marocchino di 40 anni, invece, e’ risultato destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Roma, dovendo scontare una pena di 24 mesi per reati contro il patrimonio; infine un cittadino polacco di 44 anni, ricercato dal 2011, e’ stato arrestato in esecuzione di un mandato d’arresto europeo per il reato di truffa.

carabinieri

carabinieri

Due le persone denunciate a piede libero: il primo e’ un cittadino cubano di 48anni, trovato in possesso di uno smartphone che, a seguito di accertamenti, e’ risultato rubato dalla proprietaria, una 60enne romana, la scorsa settimana; un 32enne trevigiano, invece, e’ stato denunciato per l’inosservanza della misura cautelare del divieto di ritorno nel Comune di Roma.

I Carabinieri hanno, inoltre, sanzionato 3 persone ‘pizzicate’ mentre consumavano bevande alcoliche in bottiglie di vetro sulla pubblica via dopo le ore 22 in violazione dell’ordinanza comunale antialcol.

Diversi i posti di controllo allestiti nella zona dell’operazione: delle circa 90 autovetture e 190 le persone controllate, sono stati presi provvedimenti nei confronti di due automobilisti trovati in possesso di modiche quantita’ di droga – nei loro confronti oltre alla segnalazione all’Ufficio territoriale del Governo e’ scattato anche il ritiro della patente di guida.

Infine, sono stati scoperti anche dei giacigli di fortuna sotterranei utilizzati da senza fissa dimora, per la rimozione dei quali sono stati gia’ interessati i competenti organi comunali.