Quantcast

Stazioni ferroviarie, due arresti e otto indagati durante controlli

Roma – Due arrestati, 8 indagati, 7.413 persone identificate, 465 pattuglie impiegate in stazione, e 60 a bordo di 139 treni, 42 sanzioni amministrative elevate di cui 5 al Regolamento della Polizia ferroviaria. Questo è il bilancio dei controlli effettuati dal Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio nell’ultima settimana.

Il 4 ottobre, gli agenti della Polfer di Viterbo hanno arrestato un cittadino barese di 57 anni, senza fissa dimora, perché destinatario di una misura di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Bari proprio nella stessa giornata, per cumulo di pene in merito a diversi furti. L’uomo è stato condotto presso il carcere di Velletri.

L’8 ottobre, un minorenne di nazionalità tunisina è stato denunciato per il reato di furto aggravato nella stazione ferroviaria di Frosinone. Il giovane, affidato ad una “casa famiglia” della locale cittadina, si è allontanato durante la notte dalla struttura, dopo aver rubato dei soldi ad un’altra giovane, aprendo la sua stanza con le chiavi sottratte ad una tutrice. Il minore, dopo gli atti di rito, è stato riaffidato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, alla “casa famiglia”.

Il 10 ottobre, nella stazione di Roma Tiburtina, gli agenti hanno arrestato un cittadino albanese di 40 anni rientrato illegalmente in Italia. Fermato per un controllo, l’uomo è risultato destinatario di un’espulsione emessa dal Tribunale di Trieste in data 16 novembre 2016, con divieto di reingresso sul territorio nazionale. Così in un comunicato la Questura di Roma. (Agenzia Dire)