Quantcast

Stazioni ferroviarie, due denunce e 1.452 persone controllate

Roma – 2 persone denunciate e 1.452 persone controllate; 156 bagagli ispezionati, 4 sanzioni amministrative elevate al regolamento della Polizia Ferroviaria e 10 servizi di vigilanza a bordo di 24 treni.

Questi i risultati della IV giornata denominata “Stazioni Sicure”, che si è svolta ieri, 27 luglio, con controlli straordinari, nelle principali stazioni laziali e a bordo dei treni regionali e a lunga percorrenza, con la partecipazione delle unità cinofile della Polizia di Stato antiesplosivo e antidroga per un controllo mirato di bagagli, dei depositi in stazione e dei passeggeri.

L’operazione, che ha visto impegnati 162 operatori del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, è stata disposta contemporaneamente in tutte le principali stazioni ferroviarie italiane dal Servizio Polizia Ferroviaria, nell’ambito di un piano nazionale di controlli straordinari, allo scopo di contrastare le attività illecite e prevenire possibili azioni improntate all’illegalità.

63 gli scali ferroviari presenziati dagli operatori della Polfer al fine di prevenire eventuali attività delittuose, ma anche comportamenti pericolosi, quali l’attraversamento binari, salita o discesa da convogli in movimento, indebita presenza sulla linea ferroviaria, attraversamento di passaggi a livello chiusi o in movimento, che sono spesso causa di incidenti ferroviari.

In particolare, gli agenti della squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio hanno denunciato in stato di libertà due cittadini italiani rispettivamente di 35 e 36 anni sorpresi ad imbrattare un convoglio ferroviario fermo nella stazione di Mandela.

La sinergia operativa con il personale di protezione aziendale di Trenitalia ha consentito di sanzionare i due giovani writers e di sequestrare numerose bombolette spray impedendo così all’impresa ferroviaria di subire un danno economico. Così in un comunicato la Questura di Roma.