Quantcast

Stazioni ferroviarie, tre indagati e otto sanzionati durante controlli

Roma – Tre indagati e 12.117 persone controllate; 500 le pattuglie impegnate in stazione, 65 a bordo di 159 treni, 8 le sanzioni amministrative elevate, di cui 1 al Regolamento Polizia Ferroviaria: questo il bilancio dell’attivita’ della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio, in ambito regionale.

In particolare, nella giornata del 28 aprile 2021, nell’ambito dell’azione di controllo straordinario disposta dal Servizio di Polizia Ferroviaria su scala nazionale, si e’ svolta l’operazione “STAZIONI SICURE”, finalizzata a prevenire e contrastare comportamenti impropri ed anomali e l’indebita presenza sulla sede ferroviaria, spesso causa di incidenti.

Sono stati conseguiti i seguenti risultati: 1 persona indagata e 2.958 persone controllate, 200 le unita’ impiegate nelle attivita’ di controllo nelle stazioni ferroviarie, 11 i servizi di vigilanza a bordo di 30 treni.

Il 1 maggio un cittadino italiano di Reggio Emilia e’ stato denunciato dagli agenti della Sottosezione Polizia Ferroviaria di Roma Tiburtina per il reato di violenza a P.U..

Un 31enne salito su un treno diretto a Bologna alla stazione di Roma Termini privo di biglietto, alla richiesta da parte del capotreno, ha inveito contro il capotreno spintonatolo e lanciandogli una sigaretta in segno di minaccia.

Arrivati alla stazione di Roma Tiburtina gli agenti della Sottosezione Polfer hanno controllato l’uomo, che successivamente e’ stato accompagnato presso gli uffici di polizia, dove oltre la denuncia per oltraggio e’ stato proposto per il foglio di via obbligatorio. E’ quanto si legge nella nota della Questura di Roma.