Stazioni ferroviarie, un arresto e 4 indagati dopo controlli

Roma – Sono 2.650 le persone controllate; 4 le persone indagate; 184 le unita’ impiegate nelle attivita’ di controllo nelle stazioni ferroviarie; 96 le stazioni presenziate, diverse contravvenzioni elevate al Regolamento di Polizia Ferroviaria, 1 ordine di allontanamento in osservanza alle disposizioni in materia di sicurezza nelle citta’.

Questo e’ il risultato delle attivita’ compiute nella giornata del 22 ottobre 2020 dagli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, nell’ambito dell’azione di controllo straordinario disposta dal Servizio di Polizia Ferroviaria su scala nazionale denominata ‘Rail Safe Day’: operazione che attiva controlli straordinari presso le stazioni o le aree ferroviarie finalizzati a prevenire e contrastare gli impropri e anomali comportamenti e l’indebita presenza sulla sede ferroviaria.

In particolare, nella stazione di Roma Tiburtina, gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno arrestato un sessantacinquenne italiano, perche’ colpito da un ordine di cattura per reati predatori. I poliziotti, durante il servizio di vigilanza congiunto con i militari dell’Esercito Italiano, hanno identificato l’uomo mentre era all’interno dello scalo ferroviario.

Dal controllo in banca dati, tra i vari precedenti per furti in ambito ferroviario, e’ emerso l’ordine di carcerazione eseguito immediatamente con la restrizione presso il carcere di Rebibbia.