RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Strisce Blu scatta la rivolta. Il Codacons ricorre al Tar

Più informazioni su

strisce blu

strisce blu

Strisce Blu, Federconsumatori e Codacons contro l’aumento.

I conti li fa Federconsumatori. Si passa da 70 a 264 euro al mese, oppure da 4 a 12 euro al giorno (almeno). O se preferite da uno a uno e cinquanta all’ora.

Ma anche i romani che al rientro dalle ferie si troveranno un’altra stangata da affrontare, quella del parcheggio nelle strisce blu in città. Come leggiamo nell’articolo del Corriere della Sera “In centro storico come in via Tuscolana, dalla Bocca della Verità a viale Marconi, dai Parioli all’Eur , da via Flaminia a San Lorenzo: da due giorni per parcheggiare si paga il cinquanta per cento in più , 1,50 euro all’ora anziché un euro. E senza sconti per nessuno. Aboliti abbonamenti e agevolazioni giornaliere”.

«Aumento ingiustificato e vessatorio», dice Federconsumatori che parla di «scelta così radicale che colpisce chi abita in periferia». Ma anche gli altri sono sul piede di guerra. Contro la delibera capitolina numero 48 del 29 luglio scorso che dà l’ok alle nuove tariffe, il Codacons annuncia un ricorso collettivo al Tar del Lazio .

«Sono aumenti abnormi – dice il presidente Carlo Rienzi -, così le strisce blu diventano veri e propri parcheggi per ricchi», perciò, spiega, «abbiamo deciso di presentare un ricorso collettivo al Tar cui tutti i romani possono partecipare, anche perché la motivazione alla base dell’aumento è paradossale: incentivare l’uso dei mezzi pubblici a Roma, dove invece non funzionano».

Il provvedimento era stato annunciato dal sindaco Ignazio Marino e dall’assessore alla Mobilità Guido Improta, per favorire mobilità nelle aree di sosta e incentivare l’utilizzo di bus e metrò.

Intanto, parcometri e paline del centro sono già adeguati alla novità. Per tutti gli altri, la doppia tariffa coesisterà fino al 30 ottobre.

Più informazioni su