TG RDN del 17-01-2020

Più informazioni su

PEGGIORA SMOG A ROMA, 11 CENTRALINE SU 13 SOPRA IL LIMITE

Roma – Continuano a salire ovunque i valori delle polveri sottili a Roma. Secondo i dati di Arpa Lazio relativi alla giornata di ieri, su 13 centraline ben 11 sono risultate sopra il limite dei 50 microgrammi al metro cubo, 2 in piu’ rispetto ai valori di mercoledi’. Maglia nera a Tiburtina, che arriva a 82 microgrammi, seguite da Magna Grecia a 70, Cinecitta’ e Bufalotta a 69 e Malagrotta a 67. La sindaca, Virginia Raggi, ha disposto anche per oggi lo stop dei veicoli piu’ inquinanti, compresi tutti i diesel. Nonostante queste misure e in assenza di piogge, pero’, l’emergenza non sembra arrestarsi.

SINDACO ROCCASECCA: IN DISCARICA TIR DA ROMA, VALUTEREMO BLOCCO

Il giorno dopo la chiusura della discarica di Colleferro, sette tir di rifiuti si sono presentati all’alba all’entrata della discarica di Roccasecca, in localita’ Cerreto. Il sindaco, Giuseppe Sacco, che si e’ recato sul posto assieme alla Polizia municipale per verificare la provenienza. “Scrivero’ alla Regione Lazio, al ministero dell’Ambiente e al prefetto per sapere se c’e’ un provvedimento autorizzatorio – ha denunciato il sindaco- altrimenti domani valuteremo l’opportunita’ di bloccarli, perche’ il conferimento da un Ato all’altro senza un provvedimento emergenziale e’ in violazione del piano rifiuti”.

PEDONALIZZAZIONE ‘GAY STREET’ A ROMA, IL CAMPIDOGLIO CI RIPROVA

Nuovo tentativo del Campidoglio di pedonalizzare via San Giovanni in Laterano, ribattezzata ‘gay street’. Dopo la sentenza del Tar che aveva bloccato la precedente area pedonale ideata nel 2014, questa mattina la commissione Mobilita’ del Comune di Roma ha presentato il nuovo progetto di pedonalizzazione. Tre le ipotesi presentate dall’agenzia Roma servizi per la Mobilita’, che mirano a valorizzare l’area archelogica ma al tempo stesso a mettere in sicurezza la strada che la sera e’ molto frequentata per la presenza dei locali notturni legati alla comunita’ Lgbt.

A MARZO SET DI TOM CRUISE A ROMA, 40 GIORNI NEL CENTRO STORICO

Tom Cruise torna a girare un film a Roma. A meta’ marzo l’attore sbarchera’ nella Capitale per le riprese di ‘Lybra’, titolo provvisorio della sua ultima impresa cinematografica. Diversi i set previsti: piazza Navona, piazza Venezia, i vicoli del rione Monti e piazza di Spagna. In totale le riprese dovrebbero durare 40 giorni e la produzione americana potrebbe pagare 200.000 euro al giorno per l’occupazione del suolo. Per Tom Cruise si tratta di un ritorno a Roma dopo ‘Mission impossible 3′, girato tra la citta’ eterna e il Vaticano.

Più informazioni su