TG RDN del 4 febbraio 2020

Più informazioni su

CORONAVIRUS, SPALLANZANI: AGGRAVATE CONDIZIONI COPPIA CINESI

Si sono aggravate le condizioni di salute della coppia di cittadini cinesi ricoverati all’Istituto Spallanzani. Secondo l’ultimo bollettino medico “a causa di una insufficienza respiratoria e’ stato necessario un supporto in terapia intensiva. I pazienti sono monitorati e sottoposti a tutte le cure, compresi farmaci antivirali sperimentali”. Allo Spallanzani sono ricoverati anche altri 11 pazienti per i quali sono in corso i test per la ricerca del Coronavirus, mentre altre 20 persone che non presentano sintomi, ma sono entrati in contatto con la coppia cinese, restano sotto osservazione.

ROMA, METRO BARBERINI RIAPRE A METÀ E TERMINI-CENTOCELLE SI FERMA

La stazione Barberini, sulla linea A della metro, e’ stata riaperta questa mattina dopo 319 giorni di chiusura causati dall’incidente a una delle scale mobili. Due gli accessi aperti, e solo in uscita: quelli davanti al cinema Barberini. Transennati, invece, l’accesso di via Veneto e quello all’angolo con via di San Basilio. Intanto l’Atac ha attivato tutti i controlli previsti nei confronti del personale di macchina della linea Termini-Centocelle, la cui mancata presenza oggi ha portato all’interruzione del servizio.

CALANO NUMERO NOMADI IN CAMPI BARBUTA, MONACHINA E CASTEL ROMANO

Calano gli abitanti dei piu’ importanti campi rom della citta’ di Roma: a Castel romano le persone presenti sono scese da 1.062 a 542, nel campo de La Barbuta i nuclei familiari sono calati da 91 a 46 e alla Monachina da 85 a 58. È quanto ha fatto sapere questa mattina il direttore dell’ufficio rom del Comune di Roma, Claudio Zagari, nel corso della commissione capitolina Affari sociali. Ma dove sono finite le persone che hanno lasciato i campi? Per Zagari “alcuni sono tornati nei paesi d’origine, altri si sono trasferiti negli alloggi popolari”. Secondo le associazioni presenti, pero’, tra cui la 21 Luglio, molti si sono trasferiti negli insediamenti abusivi.

ROMA, BLITZ ANTI CAMORRA E ‘NDRANGHETA: 33 ARRESTI PER DROGA

Blitz all’alba dei Carabinieri che hanno smantellato due associazioni criminali, una vicina alla ‘ndrangheta e l’altra alla camorra, dedite al narcotraffico internazionale di droga. Trentatre le persone raggiunte da misure cautelari – compreso un poliziotto – per un’operazione che ha riguardato le province dei Roma, Napoli, Cagliari, Oristano, Reggio Calabria e Varese nonche’ in Spagna. Le due organizzazioni si dividevano le piazze di spaccio di Roma. Tra i beni sequestrati per un valore di circa un milione di euro anche un gommone, una Ferrari e una societa’ operante nel commercio e importazione di auto di lusso. Sequestrati anche 10 chili di esplosivo, un fucile, un revolver e tre carabine.

Più informazioni su