Tragedia a Marino: esplosa una palazzina

Tragedia a Marino, cittadina dei Castelli romani dove alle 20, probabilmente a causa di una fuga di gas, è esplosa una palazzina di tre piani in via Giacomo Carissimi. Disperse sotto le macerie 3 persone, tra le quali una bambina.

Si lavora per recuperare le persone sepolte dai calcinacci. Sul posto i Vigili del fuoco, i Carabinieri e il 118.

Ferite due donne e una bambina. La bambina e una delle due donne sono in buone condizioni, mentre l’altra donna, è più grave. La 53enne di origine romena è stata portata in ospedale in stato di incoscienza al Sant’Eugenio di Roma.

Mentre madre e figlia di 4 anni, italiane, sono state trasportate, in condizioni stazionarie, all’ospedale di Frascati.

L’allarme è scattato alle 19.56 diverse squadre dei vigili del del comando provinciale di Roma sono intervenute in via G. Carissimi.

I vigili del fuoco hanno recuperato sotto le macerie della palazzina di tre piani le due donne e la bambina, sepolte dai calcinacci, anche con l’aiuto delle squadre cinofili.

La palazzina era composta da piano terra piu’ due piani, per un totale di 6 appartamenti interessati dall’esplosione.

Secondo quanto si apprende, comunque, molti degli appartamenti risultavano al momento disabitati.

Sul posto, oltre ai Vigili del fuoco, ci sono i Carabinieri di Marino e della Compagnia di Castel Gandolfo. Le ricerche di eventuali dispersi proseguono.

”Siamo vicini ai cittadini di Marino dove oggi è crollata una palazzina a causa di un’esplosione. Diverse persone sono rimaste ferite. Roma si stringe a voi”. Così in un tweet la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“In questo momento siamo vicini a tutta la comunita’ di Marino, al sindaco Carlo Colizza, alle forze dell’ordine che sono intervenute con i vigili del fuoco. Assieme alla sindaca metropolitana Virginia Raggi, siamo in contatto costante con il sindaco Colizza, per essere pronti ad eventuali interventi della Citta’ metropolitana di Roma” conclude Teresa Zotta.

Un portavoce Italgas informa che i tecnici del Pronto Intervento dell’azienda, giunti tempestivamente sul luogo dell’accaduto, hanno riscontrato che gli impianti e i contatori Italgas, posti all’esterno dell’edificio, risultano integri. “In relazione all’esplosione avvenuta nella prima serata di oggi a Marino, “. Lo si legge in una nota della società. “Secondo i primi accertamenti, l’evento sembra essere stato causato – afferma la nota – dal malfunzionamento dell’impianto interno o di una bombola di gpl presente in uno degli appartamenti della palazzina”.

“Il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori si sta recando a Marino sul luogo dell’esplosione del palazzo che è avvenuta questa sera, per verificare la situazione. Il vicepresidente è in costante contatto con il presidente della Regione, Nicola Zingaretti”. Lo rende noto la Regione Lazio.

“Siamo sgomenti per quanto accaduto nel Comune di Marino. Nell’esplosione della palazzina fortunatamente non ci sono state vittime, ed i feriti sono lievi”. Sono le parole di Teresa Zotta, vicesindaco della Città metropolitana di Roma