RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Truffa Parioli, Samantha De Grenet: “Anche mio padre ha investito i suoi risparmi”

Più informazioni su

«L’uomo che mi ha tirato dentro alla truffa dei Parioli è un uomo che fa parte della ‘Roma bene‘, una di quelle persone delle quali non penseresti mai male e mi è stato presentato da una persona di famiglia e me l’ha presentato come una persona che poteva gestire i miei soldi anche con investimenti interessanti e, perchè no, guadagnare qualcosa con gli interessi. Di lui si diceva che fosse molto bravo e molto attento, si muoveva molto bene nell’ambiente finanziario e che era una persona corretta». È la testimonianza a ‘Domenica cinque’ di Samantha De Grenet, una delle vittime di quella che è stata chiamata la ‘truffa dei Pariolì, truffa nella quale molti vip, imprenditori e personaggi della così detta ‘Roma bene’, sono stati imbrogliati e hanno perso molti dei loro risparmi. «Io sono andata a conoscerlo nel suo ufficio nel centro di Roma -prosegue- e lui mi disse che faceva questi investimenti e si avvaleva di un collaboratore esperto di borsa che operava 24 ore su 24 via computer. Non mi ha mai promesso guadagni del 16% o 18% come si è letto sui giornali perchè gli interessi erano più bassi.» «Io avevo rapporti solo con Roberto Torreggiani che per era il direttore della società EIM – continua lDe Grenet – non sapevo che la società era cambiata e quando gli ho chiesto di avere un appuntamento con lui perchè volevo togliere il mio denaro, all’appuntamento c’era il signor Lande». «Di solito ci si incontrava nel suo ufficio o Torreggiani, per gentilezza, passava da casa mia e io gli affidavo i miei soldi; lui mi rilasciava una ricevuta e tutto sembrava nella norma; mi ripeteva sempre che c’era la possibilità di guadagnare bene perchè c’era questa persona che era un mago degli investimenti in borsa.» Samantha De Grenet racconta così il suo rapporto con il promotore finanziario Roberto Torreggiani: «Il mio rapporto con Torregiani è durato più di 10 anni. C’è stato un episodio in cui avevo bisogno di soldi e lui me li ha resi indietro senza problemi e questo ha incrementato la mia fiducia in lui. Era diventata praticamente una persona di famiglia. Anche mio padre ha investito con lui i suoi risparmi». «Questa persona -prosegue- poi diventava sempre più nervosa e arrogante; un giorno gli chiesi un appuntamento e lui mi ha detto di contattare la sua segretaria e là mi sono sentita come tradita e la cosa mi ha insospettito. Io ho chiamato, ho preso un appuntamento e gli ho detto che volevo uscire dalla cosa. Tutti volevano farmi rimanere all’interno di questa organizzazione ma grazie alla mia cocciutaggine mi sono fatta rendere i miei soldi.» Samantha De Grenet conclude parlando della vicenda che vede protagonista suo padre: «Io ne sono uscita, ma adesso devo difendere mio padre; sono i suoi risparmi di una vita e non posso permettere che gli vengano portati via solo per essersi fidato di una persona che lo ha truffato.»

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.