RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Truffe on line e estorsioni, indagati 14 giovani a Messina, tre arresti

Più informazioni su

A commettere reati, anche gravi, bisogna cominciare da piccoli, se no il mestiere non lo si impara bene. Ma spesso si finisce lo stesso in galera. Un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di quattro persone indagate, a vario titolo, di associazione finalizzata alle truffe on line ed estorsione in concorso è stata eseguita a Messina dai carabinieri.

Tre indagati si trovano in carcere, uno ha l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Messina, su richiesta del sostituto procuratore di Messina Federica Rende.

Le indagini, avviate nell’aprile 2012 a seguito di alcune denunce presentate in diverse parti d’Italia per alcune truffe sul web, hanno permesso di sgominare una banda di giovani.

Oltre alle persone colpite da provvedimenti cautelari, altre cinque sono indagate a vario titolo per estorsione, favoreggiamento personale, falsità ideologica e violenza privata.

Risultano poi indagate altre cinque persone sempre nella stessa operazione denominata ‘Traps’.

Più informazioni su