RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Via dei Castani, rapina in sala giochi. Quattro arrestati tra cui 16enne

Più informazioni su

Alle 11,30 circa di questa mattina è giunta una telefonata al 113 con la quale un cittadino ha segnalato una rapina in atto presso la sala giochi di via dei Castani al Prenestino. La Sala Operativa della Questura fa scattare subito il piano facendo convergere in zona le pattuglie che si dirigono sul posto e, contestualmente, vanno a chiudere le possibili vie di fuga. Allo stesso tempo scatta la segnalazione alla Centrale Operativa dell’Arma dei Carabinieri che fa intervenire ulteriori equipaggi. Gli agenti del Commissariato Prenestino sono i primi ad arrivare alla Sala Giochi. Dopo aver adottato i dispositivi di protezione in dotazione, fanno scattare il blitz all’interno dell’attività commerciale. All’interno si imbattono in uno dei 4 rapinatori, che, arma in pugno, intima agli agenti di gettare le armi, convinto di poter così guadagnare la fuga. Gli agenti gli hanno intimato di desistere dal suo intento; a quel punto il rapinatore ha tentato la fuga, ma è stato subito bloccato ed ammanettato. Un secondo rapinatore, M.T. di 16 anni, è stato bloccato sempre all’interno del locale, dove aveva tentato di eludere gli agenti nascondendosi tra alcuni videogiochi. Anche per lui sono scattate le manette. All’intervento sul posto si è aggiunta l’attività di ricerca che Carabinieri e Polizia hanno attuato nell’area della rapina. Grazie al susseguirsi delle comunicazioni radio tra le Sale Operative ed al coordinamento degli equipaggi su strada, una pattuglia dei Carabinieri della Stazione Prenestina, coadiuvata dalla P.M.Z. della Compagnia Carabinieri Casilina, grazie alle indicazioni fornite da alcuni testimoni, ha rintracciato e bloccato un terzo rapinatore, P.C. di 21 anni, in via delle Celidonie. Oltre che dal vestiario, il giovane rapinatore è stato riconosciuto dalla descrizione, fornita da vittime e testimoni ai militari, di un vistoso tatuaggio che aveva sul collo. Il quarto responsabile del tentato colpo è stato invece intercettato circa mezz’ora dopo dagli uomini della Questura che, insieme ai Carabinieri impegnati nella «battuta», non hanno desistito dalle ricerche. Così T.A. di 31 anni, marocchino, è caduto nella rete dell’antirapina. Condotti in Commissariato, i 4 sono stati arrestati a conclusione di un’attività congiunta tra Polizia di Stato e Carabinieri per il reato di rapina aggravata e condotti in carcere. Solo M.T., minorenne, è stato accompagnato presso una struttura di prima accoglienza. Il bottino, consistente in 2.300 euro in contanti e 450 euro in gratta e vinci, è stato recuperato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.