RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Viterbo. Arrestato giovane lettone, meditava attentato

Più informazioni su

Viterbo. Arrestato giovane lettone, meditava attentato –

Un cittadino italiano di origine lettone è stato arrestato dalla Polizia a Viterbo dopo che, nel corso della perquisizione nella sua abitazione, gli uomini dell’Antiterrorismo hanno trovato materiale utile a confezionare ordigni esplosivi.

L’indagine nei confronti del 24enne è nata da una segnalazione del Fbi: il giovane aveva postato sui social media una serie di apprezzamenti nei confronti di Saipov Sayfullo, l’estremista islamico che il 31 ottobre del 2017 ha investito e ucciso su una pista ciclabile di New York otto persone.

Polizia e carabinieri hanno arrestato a Cosenza i ladri di una serie di furti in scuole, esercizi commerciale e uffici.

Le indagini, coordinate dal Servizio per il contrasto dell’estremismo e del terrorismo esterno della Dcpp/Ucigos, sono il risultato di un collaudato sistema di prevenzione alla minaccia terroristica che si avvale di canali di collaborazione internazionale e dello stretto
rapporto operativo tra gli apparati centrali e territoriali della Polizia di Stato.

Tutto nasce da una segnalazione del Fbi statunitense relativa proprio all’apprezzamento per Saipov postato dall’Italia: gli accertamenti dell’Antiterrorismo hanno permesso di identificare subito l’autore dei post nel giovane arrestato, “mai evidenziatosi prima sotto il profilo
politico/religioso” ma immediatamente sottoposto ad ulteriori
approfondimenti informativi e a strettissimo monitoraggio da
parte della Digos di Viterbo.

La successiva perquisizione – condotta con la partecipazione di unità cinofile antisabotaggio e specialisti della Polizia delle Telecomunicazioni – ha portato al sequestro dei precursori e del manufatto cilindrico di cartone: in casa del giovane sono stati trovati anche un fucile e due pistole ad aria compressa, un tirapugni ed alcune apparecchiature informatiche.

A dimostrazione della bontà dell’impianto accusatorio, ieri il Gip ha convalidato l’arresto, effettuato lunedì,  disponendo la custodia cautelare in carcere del 24enne ai sensi dell’articolo 435 del codice penale (“fabbricazione o detenzione di materie esplodenti”), ‘reato
spia’ sul quale sono in corso accertamenti per eventuali altre ipotesi di reato.

Più informazioni su