Quantcast

Green Transformation Hub, professionisti a confronto sull’economia circolare

Più informazioni su

    Ambiente: al Green Transformation Hub professionisti a confronto sull’economia circolare –

    Il 20 settembre scorso, nella meravigliosa cornice umbra di Bonsciano – Città di Castello (PG), all’interno della country house del Gruppo Greenthesis, si è svolto un evento dal titolo “Il successo sostenibile: le sfide che il Paese deve affrontare” con il quale si è dato il via alle attività del “GTHub”: un salotto affacciato sul resto d’Italia e del mondo per dialogare e diffondere i dettami dell’economia circolare.

    Sette relatori nel campo dell’innovation technology e dell’economia circolare si sono avvicendati dando vita ad una tavola rotonda il cui cardine è stato approfondire le “3 P” della sostenibilità: Planet (aspetto ecologico), People (aspetto sociale) e Profit (aspetto economico), a cui ne è stata aggiunta una quarta, Purpose (proposito, finalità).

    Per Simona Grossi, vicepresidente esecutivo di Greenthesis, l’Hub “rappresenta un punto d’incontro tra tutti i professionisti del settore finalizzato ad accelerare il processo di innovazione tecnologica in chiave di economia circolare e sostenibilità. La formazione, l’educazione, l’istruzione alla circolarità sono i punti fondamentali su cui bisogna lavorare per facilitare il dialogo intergenerazionale e costruire una forza lavoro che abbia conoscenze e competenze trasversali”.

    Per Vincenzo Cimini, ad di Greenthesis, “il New Green Deal, il Recovery Plan, il PNRR, l’andamento della finanza verde, sono solo alcuni dei segnali forti che provengono dalle istituzioni per dire che si vuole davvero mettere in atto il cambiamento. Per far sì che la volontà si trasformi in realtà, però, è necessaria la coesione di vedute tra imprese e istituzioni, anche instaurando partnership tra pubblico e privato o tra privati di eccellenza che condividono la mission”.

    Tra i relatori intervenuti Stefano Martini dell’Intesa San Paolo Innovation Centre, Carlo Alberto Pratesi, docente di Marketing Innovation Sustainability all’Università di Roma Tre, Vincenzo Belgiorno docente di Ingegneria Sanitaria Ambientale all’UniSalerno, Rosario Sica (Founder e CEO di Open Knowledge), Michele Calcaterra, docente di Finanza all’Università Bocconi di Milano. Al centro del dibattito le sfide per il futuro dell’economia circolare: puntare sulla formazione, fare rete e ripensare ad un modello di business.

    “Per arrivare a un modello zero waste in grado di salvaguardare il Pianeta c’è l’urgenza di dare vita a un’alleanza, usando la sostenibilità come leva di successo e sviluppo, tra gli aspetti finanziari, istituzionali e formativi affinché con un lavoro sistemico si possano coniugare processi diversi di realtà disparate che, però, cooperano in vista di un obiettivo comune”, è il messaggio emerso dal dibattito.

     

    Più informazioni su