Quantcast

Nutriscore – Centinaio: Anche il suo ideatore ammette limiti e incongruenze

Più informazioni su

    Nutriscore – Centinaio (Mipaaf): Anche il suo ideatore è costretto ad ammettere limiti e incongruenze –

    “Più passa il tempo e più emergono, in maniera del tutto evidente, limiti e incongruenze del Nutriscore. Dopo l’apertura delle istruttorie da parte dell’Antitrust adesso è Serge Hercberg, ideatore del sistema di etichettatura fronte pacco a colori, a riconoscerne le contraddizioni. Anche lui è costretto ad ammettere che, come è stato concepito, l’algoritmo del Nutriscore promuove alimenti ultra processati che tutto sono tranne che salutari per i consumatori.

    “La soluzione individuata da Hercberg, ovvero l’inserimento di una cornice nera nella grafica dell’etichetta per i prodotti ultra processati non salva un sistema sbagliato e genera solo ulteriore confusione in chi acquista”. È quanto afferma il sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, il sen. Gian Marco Centinaio (nella foto).

    “Questo sistema di etichettatura a colori, come ha giustamente evidenziato anche la nostra Antitrust – ricorda Centinaio – rischia di essere fuorviante e indurre i consumatori in valutazioni sbagliate sulla salubrità dei prodotti prescindendo dalle esigenze complessive di un individuo, dalla quantità e frequenza di assunzione all’interno di un regime alimentare equilibrato, ovvero dalla dieta e dallo stile di vita. E a riconoscerne tutti i difetti adesso è il suo stesso ideatore”, conclude Centinaio.

    Più informazioni su