RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Negli Uci Cinemas “La bisbetica domata” il 24 gennaio

Più informazioni su

NEGLI UCI CINEMAS PROSEGUE

LA STAGIONE DEL

BOLSHOI DI MOSCA 

Il 24 gennaio alle ore 16 continua il ciclo dei balletti

trasmessi in diretta dallo storico teatro russo con

LA BISBETICA DOMATA

In calendario anche Spartacus e il Don Chisciotte

 

Domenica 24 gennaio alle 16.00 in dieci multisale UCI Cinemas nuovo appuntamento con la nuova stagione dei balletti del Bolshoi di Mosca, distribuiti da Nexo Digital in collaborazione con Pathé Live, e proiettati sul grande schermo in diretta via satellite dallo storico teatro russo. Il ciclo dei balletti continua con La Bisbetica Domata, la splendida opera di Shakespeare coreografata dal celebre Jean-Christophe Maillot. Un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati che potranno così vivere LIVE negli UCI Cinemas le emozioni di questa amata commedia, che riprende vita sulle movenze di un balletto suddiviso in due atti e ambientato in Italia, luogo particolarmente caro allo scrittore inglese.

Nella Padova del XVI secolo, il ricco Battista non vuole concedere la mano della figlia minore Bianca, docile e amabile, finché non si sarà maritata la maggiore Caterina, bisbetica e intrattabile. I pretendenti di Bianca convincono Petruccio a corteggiare Caterina, sperando che il matrimonio di questa permetta finalmente anche a Bianca di convolare a nozze. In Petruccio, Caterina troverà un marito capace di tenere testa alla sua indole irascibile, in grado di domarla grazie al polso, ma anche all’amore. Sarà invece lo studente Lucenzio, travestitosi da istitutore, a far breccia nel cuore della giovane Bianca.

Maillot mette in scena due ore di danza reinterpretando The Taming of the Shrew, questo il titolo originale della commedia, con una coreografia realizzata su misura per i ballerini del Bolshoi. A 47 anni dalla sua prima rappresentazione, questo balletto continua ad affascinare grazie all’abile intreccio e alla fervida fantasia teatrale, all’ironia e al gioco dei rapporti tra uomo e donna, che rendono la storia frizzante e coinvolgente.

Le prevendite per l’acquisto dei biglietti sono aperte presso le casse delle multisale UCI che proiettano la rassegna, tramite internet sul sito www.ucicinemas.it, call center (892.960), App di UCI Cinemas per iPhone, iPod Touch e per iPad (scaricabile gratuitamente da App Store), Android (scaricabile da Google Play) e Windows Phone.

Le multisale UCI Cinemas dove il ciclo dei balletti del Bolshoi sarà proiettato sono: UCI Bicocca (MI), UCI Ferrara, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre, UCI Montano Lucino (CO), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Reggio Emilia, UCI Torino Lingotto, UCI Romagna Savignano sul Rubicone (FC). Il prezzo del biglietto è di 15 euro per l’intero, 12 euro per il ridotto e 9 euro per le convenzioni.

Di seguito il calendario dei balletti del Bolshoi che arriveranno sul grande schermo:

  • 24 gennaio: La Bisbetica Domata
  • 13 marzo: Spartacus
  • 10 aprile: Don Chisciotte.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.ucicinemas.it o la pagina ufficiale di Facebook di UCI Cinemas all’indirizzo: www.facebook.com/home.php#!/ucicinemasitalia.

In alternativa contattare il call center al numero 892.960.

 

NOTE SU LA BISBETICA DOMATA

Il Balletto La Bisbetica Domata andò in scena per la prima volta nel 1969, a Stoccarda. Completò quella che molti considerano la trilogia dei balletti narrativi a serata intera di John Cranko, accanto a Romeo e Giulietta e Onegin.

Jean-Christophe Maillot (1960) studia danza e pianoforte al Conservatorio Nazionale Regionale di Tours, città natale, e frequenta la Scuola Internazionale di Danza “Rossella Hightower” a Cannes. Nel 1978 viene contattato da John Neumeier per entrare a far parte del Balletto di Amburgo, dove interpreta alcuni ruoli primari all’interno delle creazioni del coreografo americano, ma un incidente pone fine alla sua carriera di ballerino. Nel 1983 è nominato coreografo e direttore del Ballet du Grand Théâtre di Tours, poi Centro Coreografico Nazionale. Fonda, nel 1985, il Festival “Le Chorégraphique” e nel 1986 è invitato a Monaco, dove diventa consigliere artistico per la stagione 1992-1993 e viene poi nominato, nel 1993, direttore-coreografo di Les Ballets de Monte-Carlo da S.A.R. la Principessa di Hannover. Nel 2000 Maillot istituisce il Monaco Dance Forum, una vetrina internazionale che si propone di essere per il mondo della danza ciò che il Festival di Cannes rappresenta per il cinema. Grazie alle numerose tournée internazionali, Jean-Christophe Maillot è diventato uno dei coreografi francesi più rappresentati all’estero. È Ufficiale dell’Ordine del Merito Culturale del Principato di Monaco, Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere, Cavaliere della Legion d’Onore. Il 17 novembre 2005 è stato nominato Cavaliere dell’Ordine di San Carlo da S.A.S. il Principe Alberto di Monaco.

Il Bolshoi Ballet è una compagnia di balletto classico fondata nel 1776.  Le sue origini affondano le radici nella creazione di una scuola di danza per un orfanotrofio di Mosca nel 1773. Tre anni più tardi i ballerini della scuola sono stati il nucleo della nuova compagnia russa. A partire dalla nomina di Alexander Gorsky come maestro di ballo nel 1900 la società ha iniziato a sviluppare la sua straordinaria identità con produzioni acclamate  tra cui il  Don Chisciotte (1900), la Coppélia (1901), Il lago dei cigni (1901 ), La fille mal gardée (1903), Giselle (1911), Le Corsaire (1912) e La Bayadère (1917).

Il gruppo Odeon UCI è il più importante circuito cinematografico europeo e fa capo alla società di private equity londinese Terra Firma Capital Partners.  In Italia conta 47 strutture multiplex, per un totale di 472 schermi.

Più informazioni su