RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

“A Santa Lucia” al Teatro Quirino

Più informazioni su

A Santa Lucia (il titolo originale è Santa Lucia nova) è una commedia con musiche in due atti di Raffaele Viviani praticamente inedita: l’autore fu l’ultimo a metterla in scena nel 1943, ma insieme a Osteria di campagna. L’azione si svolge a Borgo Marinari (l’isolotto su cui si erge Castel dell’Ovo, legato a Via Caracciolo da un lembo di terra) e più precisamente al Ristorante Starita nel 1919. È una Napoli postbellica, piagata e impoverita, ma è anche la Napoli del Cafè-Chantant, del primo Varietà, dell’Avanspettacolo. Dopo Teatro, verso l’una di notte, nobili spiantati, viveur, cocotte, cocainomani, cafoni arricchiti, poeti squattrinati cenano da “Starita”, locale alla moda della Napoli notturna e lì si incontrano e si scontrano con il mondo dei luciani, gli abitanti di Santa Lucia, mitico quartiere marinaro a ridosso di Via Caracciolo, popolatori uomini e donne di straordinaria dignità, “fermi come lo scoglio, il mare li corrode, li distrugge, ma non li smuove”,  “’nzuvarate ‘e mare”. Sono l’ostricaro, la venditrice di spighe, l’acquaiola, il barcaiolo, figure leggendarie della Napoli che fu. In questo straordinario affresco en plein air i ritratti delle singole figurette spiccano con una forza micidiale e restano stagliati nel ricordo. Il filo conduttore della storia è l’incontro fisico e sensuale di Fanny, mondana bellissima e capricciosa e Jennaro, il barcaiolo, lo scugnizzo.
Questo spettacolo è costruito letteralmente sull’acqua, sul molo dove sorge Starita. Il limitare del proscenio consentirà allo spettatore quasi di toccare il mare, sotto la luna di Santa Lucia.
Questo testo sorprendente e sconosciuto consentirà al pubblico e alla critica di scoprire un vero gioiello della drammaturgia di Viviani. Il linguaggio è suddiviso tra l’italiano dei borghesi napoletani e il gergo dei luciani assolutamente comprensibile.
A dirigere lo spettacolo Geppy Gleijeses già regista e protagonista nel 2000 di Don Giacinto di Viviani per il quale Franco Quadri titolò: “Un miracolo”. Scene e costumi di Pierpaolo Bisleri, luci di Gigi Ascione, musiche orchestrate e dirette da Guido Ruggeri.
A interpretarlo un cast importante con Geppy Gleijeses, Lello Arena, Marianella Bargilli, Daniele Russo, Gigi De Luca, Angela Di Matteo, Gianni Cannavacciuolo, Gina Perna, Gino De Luca, Luciano D’Amico, Antonietta D’Angelo, Giusy Mellace, Antonio Roma.

Lo spettacolo debutterà al Teatro Quirino – Vittorio Gassman di Roma il 10 aprile del 2012 e verrà ripreso a febbraio 2013.

ORARI SPETTACOLI

dal martedì al sabato ore 20.45
giovedì 12, mercoledì 18 e sabato 21 aprile ore 16.45
tutte le domeniche ore 16.45

INFO

botteghino 06/6794585
numero verde 800013616
mail info@teatroquirino.it
PREZZI

intero           ridotto
platea                € 33,00        €28,50
I balconata     € 28,50        €24,50
II balconata   € 23,50        €20,50
galleria             € 18,00        €15,00

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.