RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Arte per la vita 2

Più informazioni su

La mostra collettiva, cui partecipano 78 artisti, è organizzata dall’Associazione Mameli 7 e da Spaziottagoni
 in collaborazione con PAC Proietti Art Creations e Artists in the World (http:// www.artintheworld.net/)
. La mostra “Arte per la Vita 2” è il secondo evento dell’anno dopo la mostra che si è tenuta lo scorso gennaio alla Bocca della verità. La mostra sarà aperta 
 dal 4 all’11 giugno 2011 a Roma, a Spaziottagoni (via Goffredo Mameli 9, Trastevere).

Il 4 giugno alle ore 18 – durante l’inaugurazione -, sarà messa a disposizione una grande tela e gli artisti che vorranno potranno dipingere in estemporanea; dalla tela saranno ritagliati quadrati di 30×30 e destinati alla vendita di beneficenza.  Ad “Arte per la Vita 2” partecipano anche gli artisti che hanno aderito al progetto “Mail art for Libano”: artisti di tutto il mondo sono stati invitati a partecipare inviando ciascuno fino ad un massimo di tre cartoline d’artista. Tutte le cartoline pervenute saranno esposte e messe in vendita a 5 euro l’una e il ricavato andrà anch’esso in beneficenza.

Si tratta di un grande evento espositivo con la finalità di raccogliere fondi (che deriveranno da libere donazioni e dal 30% che deriverà dalla vendita delle opere) per la costruzione di un presidio ospedaliero nel sud del Libano, 
 in una zona martoriata dalla guerra dove c’è una grave carenza sanitaria: la presenza di un presidio sanitario potrebbe salvare molte vite umane. 
 La struttura ospedaliera accoglierà chiunque senza alcuna distinzione di razza, RELIGIONE o sesso. Il presidio ospedaliero sarà costruito presso il centro sociale S. Sauveur, diretto da Padre Abdo Raad, appartenente all’ordine basiliano salvatoriano. L’evento è organizzato per sensibilizzare e coinvolgere il pubblico per la costruzione di un presidio sanitario ambulatoriale attrezzato, destinato al miglioramento delle condizioni di vita e di salute della popolazione della zona del monte Chouf situata nel sud del Libano, inclusa la formazione del personale medico e paramedico locale, per garantire il diritto alla salute dell’infanzia e più in generale di tutti gli abitanti dei villaggi rurali e montani della zona del monte Chouf, zona fortemente colpita dalla guerra, favorendo l’accesso e la fruizione diretta delle cure erogate dal presidio sanitario. Il centro si trova a circa 6 km ad est di Joun, un villaggio in mezzo agli uliveti sopra il fiume Nahr al- Awali. Joun sorge una quindicina di chilometri a nord-est di Sidone (Saida in arabo). La cittadina portuale di Sidone, situata a 40 km a sud di Beirut, è circondata da agrumeti e alberi di banane.

Fondata almeno 6000 anni fa, fu una città fenicia ricca ed importante.
 Il centro sociale San Sauveur è in pratica la vecchia scuola del Monastero del Santissimo Salvatore, che ospitava il seminario minore, ancora oggi uniti in un unico comprensorio.

TUTTO il ricavato verrà versato interamente
dall’Associazione Culturale Mameli 7
alla congregazione religiosa Chiesa cattolica greco-melchita
che in Libano ospiterà il presidio ospedaliero,
Direttore Padre Abdo Raad
http://www.facebook.com/abdo.raad

I lavori, grazie anche all’Associazione Mameli 7, sono già iniziati. L’obiettivo è quello di raggiungere la somma di 50.000 euro.

Gli artisti che esporranno:
Leonardo Bagaglini, Patrizia Barnato, Giselda Benevento, Maria Teresa Bertina, Bikkel, Pierangela  Bilotta, Marco Brusco, Iria Elena Cabrera Balbuena, Stefano Canotti, Emilio Cappelli, Emilio Caruso, Clara Casoni, Luca Ceveri, “Samo Fortuna”, Costanza Checchi, Francesca Cristiana Ciolli, Rosanna Cossu “Masala Rosanna”, Anna D’Amanzo, Enza De Paolis, Anna Lucia De Sandi, Emanuele Degano “Lele”, Diego Deiana, Elzbieta Della Rovere, Claudia Dibenedetto, Marina Federico, Sabina Ficara, Maka Fidyka, Gioacchino Gargiulo, Bernardo Gentile, Franca Giardiello, Franco Gilardi, Anne Marie Göldi “AmiGold”, Eliana Corinti Jordão, Maria Karzi, Angeliki Kosmidou, Antonino La Vela, Margherita Lizzini, Annalena Maltecca, Daniele Mariani, Amedeo Martino, Sergio Martinola “Ingmar”, Rosa Materazzo, Numa Maurette “Numa”, Maurizio Milanesio, Gaia Moschetti, Sergio Muntoni, Antonio Nappi, Marco Nerieri “N(eri)2”, Giovanni Odierna, Maria Rita Onofri, Laura Paci, Sergio Panero, Giovanni Pegoraro, Tommaso Pensa, Ilaria Pergolesi, Jessica Perna, Svetlana Pesetskaya, Paolo Petroni, Giovanna Radaelli “Rada’”, Mariangela Rasi Angelo Ribezzi, Fiorella Rizzo “Evolucrom”, Anna Rita Rossetti, Paola Rota Brusadelli, Riccardo Sanchini, Antonino Santomarco Terrano “Nino Santomarco”, Antonio Santoro, Marianna Schiaroli, Sonia Simoneschi, Nicoletta Spinelli, Giuseppina Spreafico, Gabriella Sterzi, Stephanie Tansini, Elisabeth Turci, Sergio Vecia, Tania Venturi “Taty”, Cristiano Verde, Katia Cona Vitello, Lorenzo Zanetti Polzi.

ASSOCIAZIONE MAMELI 7
L’ Associazione culturale senza scopo di lucro “Mameli 7” opera nel settore sociale ed ambientale, affinché si affermi la cultura della pace e della solidarietà tra i popoli, insieme a quella dell’uso sostenibile delle risorse ambientali. A tal fine, l’Associazione si propone di organizzare progetti di scambio culturale ed amicizia tra i popoli, progetti di cooperazione nazionale ed internazionale in campo sanitario, ambientale, agricolo nonchè progetti di formazione ed istruzione nei suddetti campi. Maggiori informazioni: www.spaziottagoni.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.