RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Prima assoluta di ‘Full Moon’: Il 25 luglio al Teatro Vascello

Più informazioni su

Roma – Full Moon racconta il percorso per cercare di decifrare la realtà individuale, un’operazione forse impossibile, pensando ad esempio come le sole fasi lunari possano agire in profondità sull’uomo, sulla natura, provocando uno stato dove ci si sente smarriti se non addirittura torturati dalla sensazione di non essere mai completamente capaci di farcela.  Full Moon è una breve storia che rimane inizialmente sospesa, che parla di  quei pensieri “fuori controllo” che potrebbero sembrarci negativi, ma che non lo sono, che non descrivono affatto la  realtà in cui vogliamo  vivere ma, al contempo, è magari  ciò che stavamo manifestando.

Come la luna prima che diventi piena è un fenomeno che influenza tutto quello che c’è intorno a noi, smuove e disordina, la luna piena è una sorta di “risveglio” del nostro lato istintivo, il momento dove si sente a “fior di pelle” cosa sta accadendo di importante, dove capiamo cosa lasciar andare per far si che nostra Luna diventi eterna.

SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET

Nasce nel 1994, dietro volontà del coreografo Mauro Astolfi che fonda la Compagnia al rientro da un lungo periodo di permanenza artistica negli Stati Uniti. A partire dal 1996 Astolfi condivide il progetto produttivo con Valentina Marini con cui la Compagnia avvia un processo di intensa internazionalizzazione e di collaborazioni trasversali. La ricca progettualità artistica unita a una visione dinamica e in costante evoluzione del marchio hanno facilitato una ampia diffusione delle creazioni in contesti diversi, dai Gala ai programmi culturali televisivi, alle piattaforme e Festival di più continenti. Applauditissima per l’eccellenza degli interpreti e la versatilità del linguaggio coreografico Spellbound conta presenze nei maggiori teatri e Festival internazionali (Serbia, Germania, Francia, Croazia, Cipro, Thailandia, Svizzera, Spagna, Austria, Bielorussia, Stati Uniti, Messico, Giappone, Singapore, Taiwan, Israele, Inghilterra, Spagna, Svezia, Panama, Canada, Azerbaigian, Turchia, Georgia, Russia e Corea del Sud). Modernità dei programmi, ricco repertorio sempre attivo, progetti di scambio e network in collegamento con la più fertile scena artistica europea, la rendono una tra le più apprezzate Compagnie italiane sul piano dell’offerta culturale internazionale. L’ensemble si avvicina al venticinquennale di attività, un arco di tempo in cui alla produzione di spettacoli di danza ha unito da sempre e con sempre maggiore interesse progetti di formazione ed educazione sia del pubblico che di almeno due generazioni di danzatori.

MAURO ASTOLFI

Mauro Astolfi è uno degli autori contemporanei italiani maggiormente rappresentativi. Dopo la lunga permanenza statunitense fonda nel 1994 Spellbound Contemporary Ballet- progetto produttivo che condivide con Valentina Marini e oggi punto di riferimento per numerosi giovani autori emergenti e leader sul mercato internazionale nell’ambito della scena contemporanea. Oltre alle numerose produzioni per Spellbound, Astolfi e’attivo da alcuni anni anche come coreografo free lance : tra le creazioni negli ultimi anni si elencano inoltre lavori per Kitonb Extreme Theatre Company, Thatreschool di Amsterdam , Balletto di Roma , Szegedi Kortárs Balett in Ungheria, , Liepziger Ballet, Magdeburg Ballet  e Gärtnerplatztheater in Germania, Israel Ballet, Incolballet in Colombia,  River North Chicago Dance Company ,  Ballet Ex  e nel 2018 Backhaus Dance Company negli Stati Uniti, Arts Umbrella Dance Company e Proartedanza in Canada oltre alle coreografie per l’opera musicale “ I Promessi Sposi “ di Michele Guardi’ e il progetto speciale cofinanziato dal MIUR “ Danza e/è Cultura” assieme ad Adi Salant , Direttrice Associata del Batsheva Dance Company. Assieme all’attività di coreografo Mauro Astolfi è costantemente impegnato come guest teacher nei maggiori centri di danza e dall’ottobre 2009 è inoltre Direttore Artistico del Centro D.A.F. ( Dance & Arts Faculty- Progetto Internazionale di Danza e Arti Performative) a Roma. Dal 2016 è inoltre docente ospite presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma.

Più informazioni su