Quantcast

Auditorium-Parco della Musica, al via festival Digital

Più informazioni su

Roma – Dal Pianeta Virtuale creato per simulare gli effetti dei cambiamenti climatici sulla “nostra” Terra (con tutti i possibili scenari) fino all’esplorazione spaziale e al suo futuro, tra politica di cooperazione internazionale, ricerca e investimenti stanziati. Saranno questi i temi al centro dei prossimi appuntamenti previsti all’interno del ‘National Geographic Festival delle scienze digital’, previsti per lunedi’ 28 e mercoledi’ 30 settembre.

Gli eventi in streaming promossi dalla Fondazione Musica per Roma in collaborazione con Codice Edizioni e sempre disponibili nei canali social stanno traghettando da giugno il pubblico verso l’edizione live del Festival, previsto dal 23 al 29 novembre negli straordinari spazi dell’Auditorium Parco della Musica.

“Da oltre tre mesi- spiega Vittorio Bo, direttore del National Geographic Festival delle Scienze- insieme ai nostri partner ci siamo messi alla prova in questa sfida digital che sta rendendo fruibili ovunque e in qualsiasi momento decine di contenuti inediti, creati ad hoc per il Festival, capaci di unire argomenti scientifici ad approfondimenti letterari, stimolanti dibattiti sul presente e il futuro della ricerca a curiose scoperte e opportunita’ per gli scienziati (o aspiranti tali) di ogni eta’.”

“Un programma settimanale che appassiona noi ma soprattutto le migliaia di persone che in numero crescente ci stanno seguendo online, dimostrando quanto la scienza sia non solo affascinante, ma anche utile e necessaria, oggi piu’ che mai”.

Questi gli eventi: Lunedi’ 28 settembre, ore 18 Il pianeta virtuale. Modelli climatici per studiare il futuro e capire il presente Antonio Navarra Presidente Fondazione CMCC, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, a cura di CMCC. Un gemello digitale realizzato con modelli numerici che disegnano scenari di futuri possibili. Come useremo questa conoscenza per affrontare le sfide piu’ avanzate dei prossimi decenni? Sul Pianeta Virtuale, il clima non e’ parte del paesaggio ma, proprio come noi e come le sfide piu’ avanzate, e’ uno dei protagonisti.

Mercoledi’ 30 settembre, ore 18 ‘Quale futuro per lo Spazio?’. Intervista con Elena Grifoni Winters, Capo di Gabinetto del Direttore Generale dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) – con Marco Cattaneo e Vittorio Bo. Accompagnato da Vittorio Bo, il Direttore di National Geographic Italia Marco Cattaneo dialoga con Elena Grifoni Winters sul futuro dello spazio, sul ruolo della cooperazione internazionale e degli investimenti nella ricerca spaziale. Prima donna nominata Capo di Gabinetto del direttore generale dell’ESA, Elena Grifoni Winters e’ anche la prima italiana a ricoprire questo incarico, che e’ un ruolo strategico nella gestione della politica spaziale europea, che continua a guardare avanti.

Più informazioni su