RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Campidoglio: ecco gli appuntamenti di Contemporaneamente Roma 2019 dal 15 al 20 novembre foto

Più informazioni su

Fino al 31 dicembre torna la nuova stagione di Contemporaneamente Roma. Giunta alla sua quarta edizione, la manifestazione promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, si afferma sempre più come un appuntamento fondamentale per la valorizzazione della produzione culturale contemporanea in città grazie alla partecipazione attiva di tutti e quindici i municipi e un sostegno da parte dell’amministrazione di un milione di euro. Sono tante le manifestazioni in corso o in partenza nella settimana dal 15 al 20 novembre.

Per Romaeuropa festival, la performance Primative Primavere dei Quiet Ensemble che hanno trasformato lo spazio della Sala Santa Rita in una valle piena di lucciole danzanti tra riflessi e ombre (fino al 24 novembre); oppure si potrà scegliere di indirizzarsi verso il Macro Asilo per ammirare la residenza dell’artista israeliano Yuval Avital dal titolo Postcards from Rome, nell’ambito del suo progetto Icon-Sonic Postcards o ci si potrà indirizzare verso lo spazio dell’Auditorium Parco della Musica dove – negli orari di apertura al pubblico – sarà possibile imbattersi nell’installazione di Alfredo Pirri Compagni e Angeli, un lavoro a cura della Fondazione Gramsci di Puglia dedicato alla figura di Antonio Gramsci e una riflessione più ampia sul concetto di confine (fino al 1 dicembre).

La manifestazione Ai confini dell’arte in partenza venerdì 15 novembre a Cinecittà, nello spazio del centro giovanile Batti il tuo tempo Evolution, coinvolgerà già da questa prima settimana i cittadini con tre workshop di formazione sulla graphic novel (15 novembre dalle 15.30 alle 18.30), sulla street photography (19 novembre dalle 15.30 alle 18.30) e sul videomaking (20 novembre dalle 16.30 alle 18.30). Sarà la passione e la preparazione dell’artista Gianni Dessì, pittore che da anni porta avanti una sperimentazione linguistica tra pigmento e materiali anomali, a guidare il pubblico nell’inedita narrazione di Palazzo Corsini, in programma domenica 17 novembre alle ore 16 nell’ambito di Scegli il Contemporaneo – Ti racconto Roma, l’iniziativa a cura di Senza titolo srl che racconta al pubblico i protagonisti e i luoghi d’arte conosciuti e meno conosciuti.

La danza è al centro del percorso itinerante con azioni site-specific in partenza dall’Isola Farnese previsto per domenica 17 alle ore 11 nell’ambito della manifestazione Alla fine della città a cura dell’Associazione Ti con zero. Juliette on the road, questo il titolo del percorso liberamente tratto da Romeo e Giuletta di Shakespeare, vedrà la compagnia Twain Physical Dance Theatre rivisitare la storia d’amore più famosa attraverso la scrittura del corpo e la partecipazione del pubblico viandante. Ma la danza incontrerà anche la videoarte grazie alla manifestazione Danzavisioni a cura dell’Associazione Culturale Canova22 (fino al 1 dicembre). Sedute di studio, workshop, incontri e spettacoli già nel ricco calendario di questa settimana: a partire da Cinedans Dance and Camera workshop ad esempio, che proporrà l’incontro con la regista olandese Camiel Zwart (lunedì 18 alle 13) e le successive fasi della lavorazione nei giorni successivi (martedì 19 e mercoledì 20 dalle 10 alle 16), o le performances  Afrodite l’eleganza della forma (martedì 19 ore 20) e Dominotauro (20 novembre alle ore 20). La danza incontrerà il pubblico anche grazie a Inside out Contemporary, evento a cura del Balletto di Roma che proporrà, tutti i giorni fino al 15 dicembre dalle 9 alle 11, il laboratorio di floor walk  CLASH! When classic and contemporary dance collide and new forms emerge.

Momenti preziosi di teatro, musica e cinema saranno a disposizione dei cittadini di Garbatella, Trastevere e dei rioni del centro storico, fino a raggiungere le zone di Acilia, Ostia, Tor Bella Monaca, Quarticciolo, San Basilio e Collatino. Si potrà passare dai prestigiosi concerti del Roma Jazz Festival a cura di International Music Festival Foundation – Donny McCaslin venerdì15 alle 21.30 all’Alcazar, Elina Duni domenica 17 alle 21 alla Casa del Jazz – ai tre concerti in programma nella Chiesa San Leonardo da Porto Maurizio ad Acilia nell’ambito della manifestazione Contemporanee fusioni a cura di Opera in Roma: il recital pianistico Contemporaneo del m° Simone Pierini (il 15 novembre alle ore 19); il concerto per violino e pianoforte Mood & Fusion di Michele Biki Panitti e Paola Venditti (il 16 novembre ore 19); il recital pianistico Est Contemporaneo del m° Alessandro Romagnoli su musiche di Ligeti e Sostakovich (il 17 novembre ore 19).

Si passerà dal palcoscenico del Teatro Palladium a quello del Teatro di Villa Torlonia nella nuova settimana del 56° Festival di Nuova Consonanza, a cura dell’Associazione Nuova Consonanza che avrà in programma il dittico L’asino magico e In mappa compescere risum (15 novembre alle 20.30 – Teatro Palladium), l’atto unico Colazione di lavoro (17 novembre alle 18 – Teatro Palladium) e l’opera in due atti Giordano Bruno (20 novembre alle 21 – Teatro di Villa Torlonia). Si arriverà fino alla zona est della città con la manifestazione FuturaMemoria, prodotta da Spellbound, per assistere allo spettacolo Europa Vecchia Madre al Teatro Biblioteca Quarticciolo (18 novembre alle 18.30) e all’incontro dibattito Il loro sguardo buca le nostre ombre. Diversità e società alla Biblioteca Penazzato del Collatino (20 novembre alle 16); e si rimarrà ancora in zona con la manifestazione Obiettivo periferie. Futuro Innovazione Partecipazione a cura dell’Associazione Trousse che proporrà nella Biblioteca Aldo Fabrizi di San Basilio la proiezione del film Perfect day di Fernando Leòn de Aranoa, nell’ambito della rassegna cinematografica dedicata a Corpo, Tempo, Anima e Spazio (martedì 19 ore 17), e nella Biblioteca Vaccheria Nardi a Colli Aniene la proiezione del film Re Leone 3 Hakuna Matata di Bradley Raymond (mercoledì 20 ore 17).

E poi ancora gli spettacoli nei Teatri di Cintura con Il ringhio della via lattea di Bonn Wark al Teatro Biblioteca Quarticciolo (16 novembre alle ore 21); Dirty Paky Lingerie di e con Aizzah Fatima al Teatro del Lido di Ostia (15 novembre alle ore 11 e il 16 novembre alle ore 21), Bolle di sapone di Lorenzo Collalti al Teatro di Tor Bella Monaca (15 e 16 novembre alle 21) e il laboratorio teatrale Danza il tuo clown di Gigi Capone (sabato 16 e domenica 17 novembre dalle ore 14 alle 19) al Teatro Villa Pamphilj. Tutte proposte dell’Associazione Teatro di Roma che avrà il suo evento di cartello sul palcoscenico del Teatro Argentina con lo spettacolo Se questo è un uomo (martedì e venerdì ore 21; mercoledì e sabato ore 19; giovedì e domenica ore 17; lunedì riposo). Da Largo Argentina fino a Trastevere per raggiungere la storica sede del Teatro Belli e partecipare alla nuova edizione di Trend – Nuove frontiere della scena britannica, la rassegna dedicata alla drammaturgia contemporanea inglese a cura del Teatro Belli di Antonio Salines srl che proporrà questa settimana gli spettacoli Straight di D.C Moore dal 15 al 17 novembre alle ore 21 e Furniture di Sonya Kelly dal 19 novembre alle ore 21.

Il racconto di Roma e l’arte fotografica sono, invece, al centro di altri due importanti eventi: Garbatella Images, a cura di  10b Photography, invita fino al 22 novembre i cittadini della Garbatella a raccogliere materiale fotografico familiare per la realizzazione di un archivio storico condiviso del quartiere; mentre nella zona di San Giovanni l’Associazione culturale Sala 1 affida ai cittadini la riuscita della mostra  3D: Souvenir digitali di Jacopo Truffa attraverso la call attiva fino al 23 novembre in cui gli stessi cittadini sono invitati a fotografare gli elementi che evidenziano la bellezza della città. Sarà l’artista Jacopo Truffa, attraverso la tecnologia della stampa 3D, a trasformare gli scatti in vere e proprie sculture che verranno poi esposte presso la sede di Sala 1. Si racconterà Roma, ma questa volta con l’arte della parola, grazie all’evento Telling Roma. Racconti dalla città invisibile a cura dell’Associazione Culturale Roma Centro Mostre. Fino al 23 novembre si potrà partecipare al contest inviando un testo inedito che parli di Roma, della storia, della cultura e della vita quotidiana che troppo spesso rimane ai margini della “città visibile”.

PROGRAMMA

 

ARTE

Al via dal 15 novembre il fitto programma di Ai confini dell’arte a cura di Margine Operativo, un progetto crossmediale che si muove sulle linee di confine tra differenti codici artistici delle performing arts contemporanee e che mette in rete artisti della scena contemporanea per produrre – attraverso processi partecipativi e workshop rivolti agli Under 30 – opere, performance e azioni artistiche dedicate al luogo e al contesto in cui si inseriscono. Il primo workshop in programma, Ai confini della realtà: la creazione di un graphic novel, si svolgerà venerdì 15 novembre dalle 15.30 alle 18.30 presso il centro giovanile Batti il tuo tempo Evolution, dove il 19 novembre dalle 15.30 alle 18.30 Carolina Farina curerà il workshop di street photography OB-VIAM – Itinerari possibili per incontri ovvi. Sconfinamenti tra fotografia e paesaggi urban. L’ultimo appuntamento della settimana, mercoledì 20 novembre dalle 16.30 alle 18.30, sarà un workshop di videomaking tenuto da Margine Operativo.

Scegli il Contemporaneo – Ti racconto Roma è la manifestazione a cura di Senza titolo srl che racconta l’arte attraverso un ricco programma di visite guidate animate da attività laboratoriali nei musei, nelle gallerie e negli studi d’artisti. Il prossimo appuntamento sarà domenica 17 novembre ore 16 presso la Galleria Corsini dove l’artista Gianni Dessì, che da anni porta avanti una sperimentazione linguistica tra pigmento e materiali anomali, darà vita a un’inedita narrazione di Galleria Corsini per raccontare al pubblico la sua personale visione dello storico palazzo e della collezione che ospita. I visitatori prenderanno parte ad una visita partecipata confrontandosi con uno degli artisti della scena contemporanea.

Fino al 1 dicembre si potrà assistere nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica alla tappa romana dell’installazione di Alfredo Pirri Compagni e Angeli a cura della Fondazione Gramsci di Puglia. Il lavoro di Pirri, fruibile durante gli orari di apertura dell’Auditorium, è dedicato ad Antonio Gramsci e trae ispirazione da “La rosa di Turi”, un brano del gruppo musicale pugliese Radiodervish, a sua volta ispirato a una lettera che Gramsci scrisse nel 1929 dal carcere di Turi. Il lavoro realizzato a Roma – un “muro di confine” ottenuto dalla proiezione ideale della congiunzione dei muri laterali alle scale – rifletterà sul concetto di confine, che mai come oggi è al centro dello scenario geopolitico internazionale.

Per Romaeuropa festival è in corso fino al 24 novembre presso la Sala Santa Rita la performance Primative Primavere. I Quiet Ensemble trasformeranno lo spazio in una valle in cui danzeranno miriadi di lucciole tra riflessi e ombre.

Fino al 6 gennaio al Palazzo delle Esposizioni, a cura dell’Azienda Speciale Palaexpo, sarà possibile visitare le mostre La meccanica dei mostri. Da Carlo Rambaldi a Makinarium; Katy Couprie. Dizionario folle del corpo; Sublimi anatomie e Tecniche d’evasione. Strategie sovversive e derisione del potere nell’avanguardia ungherese degli anni ’60 e ’70. Sempre l’Azienda Speciale Palaexpo propone al Macro Asilo fino al 30 novembre una residenza dell’artista israeliano Yuval Avital dal titolo Icon-Sonic Postcards – Postcards from Rome e un ricco calendario di lezioni e incontri con importanti personalità del mondo dell’arte, della cultura e della filosofia.

Promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai beni culturali, invece, le mostre Sergio Monari. Rifrazioni dall’antico fino al 6 gennaio 2020 al Casino Nobile dei Musei di Villa Torlonia; Photo Iila. XI edizione Premio Iila-Fotografia – Uguaglianza di Genere fino al 24 novembre al Museo di Roma in Trastevere.

 

FOTOGRAFIA

La fantasia e la partecipazione dei cittadini sarà al centro della manifestazione Garbatella Images a cura di 10b Photography, tutti sono invitati a portare fino al 22 novembre le proprie testimonianze fotografiche familiari contattando info@collettivowsp.org – 328.1795463 o recandosi, previo appuntamento, presso WSP Photography Via Costanzo Cloro, 58. Le foto, unite all’attività di storytelling del quartiere, contribuiranno alla costruzione di un archivio storico familiare, esposto a partire dal 5 dicembre all’interno della galleria 10b Photography e tra i cortili dei lotti storici in una commistione tra spazio pubblico e privato.

Anche nel quartiere di San Giovanni l’Associazione culturale Sala 1, nell’ambito dell’evento mostra 3D: Souvenir digitali di Jacopo Truffa, chiama, tramite una call to action valida fino al 23 novembre, tutti i cittadini a realizzare una o più fotografie di elementi che evidenziano la bellezza della città (utilizzando gli hashtag #truffa3d, #calltoactionsala1, #contemporaneamenteroma2019). Unico requisito: immaginare come questi scatti possano diventare sculture di dimensioni e colori variabili, potenzialmente replicabili all’infinito grazie alla tecnologia della stampa 3D. Le immagini verranno successivamente rielaborate e stampate in 3D dall’artista Jacopo Truffa e poi esposte presso la sede di Sala 1 in piazza di Porta San Giovanni, 10 a partire da dicembre.

 

DANZA

Tutti i giorni fino al 15 novembre dalle 9 alle 11, nell’ambito della manifestazione Inside out Contemporary dance a cura del Balletto di Roma, si svolgerà nella sede dell’Associazione CLASH! When classic and contemporary dance collide and new forms emerge, il laboratorio di floor walk con Federica Esposito inserito nel progetto Europa Creativa. Per celebrare i 60 anni dalla fondazione del Balletto di Roma, l’evento proporrà una lunga serie di laboratori e incontri con i coreografi, con l’intento di offrire nuove modalità di coinvolgimento degli spettatori.

Per Romaeuropa festival il 17 novembre alle ore 16 e alle ore 21 all’Auditorium Parco della musica, andrà in scena Rambert, Merce Cunningham, Philip Selway, Gerhard Richter – Rambert Event, spettacolo composto dai brani estratti dalle coreografie di Cunningham, arrangiati e rimessi in scena in occasione del centenario della nascita del coreografo, con musiche eseguite live da Philip Selway; mentre a cura dell’Associazione Teatro di Roma, all’interno del Teatro del Lido di Ostia, sarà di scena domenica 17 novembre alle ore 18 la Compagnia Giovanile In-Bilico con Codice a barre, uno spettacolo in cui la danza è l’elemento per interpretare la complessità del reale.

L’esplorazione del territorio periferico attraverso la danza è l’obbiettivo dell’Associazione Culturale Canova22 che, in collaborazione con DARS – Danza Arte Roma Studio, proporrà fino al 1 dicembre Danzavisioni, il progetto innovativo di formazione per la produzione di videodanza, articolato in workshops, performance, produzione di audiovisivi e installazioni ambientali temporanee. Continueranno anche durante questa settimana le sedute di studio per l’apprendimento delle tecniche di montaggio in programma il 14 e il 15 dalle 12 alle 15 e il 16 novembre dalla 15 alle 17. Settimana che vedrà la partenza lunedì 18 novembre presso l’Associazione Culturale Canova22 della terza fase del workshop dedicato alla videodanza, Cinedans Dance and Camera workshop. Primo appuntamento lunedì 18 alle ore 13 con il regista olandese Camiel Zwart, a seguire gli appuntamenti di martedì 19 e mercoledì 20 dalle 10 alle 16 con le fasi successive del workshop. Sempre nella sede di Canova22 andranno in scena le performances di danza Afrodite l’eleganza della forma con Maria Concetta Borgese (martedì 19 ore 20) e Dominotauro con Gustavo Oliveira e Sonia Maria Schwaiger, da un’idea di Fiorenza d’Alessandro (20 novembre alle ore 20).

 

MUSICA

Interamente dedicati alla musica gli appuntamenti di Roma Jazz Festival a cura di International Music Festival Foundation, il cui titolo di quest’anno, No borders – Migration and integration, pone l’accento sull’irresistibile spinta del jazz nel combattere vecchie e nuove forme di esclusione e nel creare occasioni di incontro e confronto fra le persone. Prossimi appuntamenti venerdì 15 novembre alle ore 21.30 all’Alcazar con Donny Mc Caslin e domenica 17 novembre alle ore 21 presso la Casa del Jazz con Elina Duni.

Nell’ambito di Contemporanee fusioni, festival multidisciplinare curato da Opera in Roma con l’intento di accrescere la consapevolezza estetica dell’arte musicale, teatrale e coreutica del ventunesimo secolo, si terranno nella Chiesa San Leonardo da Porto Maurizio ad Acilia il recital pianistico Contemporaneo del m° Simone Pierini (il 15 novembre alle ore 19); il concerto per violino e pianoforte Mood & Fusion di Michele Biki Panitti e Paola Venditti (il 16 novembre ore 19); il recital pianistico Est Contemporaneo del m° Alessandro Romagnoli su musiche di Ligeti e Sostakovich (il 17 novembre ore 19).

Proseguono gli eventi del 56° Festival di Nuova Consonanza, a cura dell’Associazione Nuova Consonanza, un festival multiforme intitolato quest’anno Musica e pensiero/ Musica è pensiero con più di venti appuntamenti quasi tutti improntati all’interazione tra musica e fatti visivi o testuali. Il 15 novembre alle 20.30 sarà in scena al Teatro Palladium il dittico formato dalla pantomima L’asino magico, libretto e musica di Marcello Panni, e da In mappa compescere risum, su testo di Isabella Ducrot e musica di un gruppo di giovani compositori coordinati da Moritz Eggert. Precederà lo spettacolo, alle 19.30, l’incontro con gli artisti. Il 17 novembre alle ore 18 (incontro con gli artisti ore 17.30) al Teatro Palladium andrà in scena Colazione di lavoro, atto unico per attore ed ensemble con Claudio Gregori (Greg) nella doppia veste di autore e attore del testo e la musica in prima assoluta di Matteo D’Amico. Il 20 novembre alle ore 21 (incontro con gli artisti 20.30) il festival si sposterà al Teatro Villa Torlonia per la prima assoluta dell’opera in due atti Giordano Bruno, su libretto del regista e autore teatrale Mario Moretti, musica di Enrico Marocchini.

La Fondazione Musica per Roma proporrà il 17 novembre alle ore 21 nel Teatro Studio Gianni Borgna dell’Auditorium Parco della Musica il Ritratto di Louis Andriessen, concerto omaggio ad uno dei più noti compositori olandesi viventi e dei più audaci sperimentatori, eseguito dal Parco della Musica Contemporanea Ensemble.

 

TEATRO

Continuano fino al 21 dicembre gli appuntamenti teatrali di Trend – Nuove frontiere della scena britannica, la rassegna a cura del Teatro Belli di Antonio Salines srl che porta alla ribalta i lavori di attori e registi affermati affiancati da quelli di giovani ed esordienti della drammaturgia contemporanea inglese. Dal 15 al 17 novembre sarà in scena Straight di D.C Moore con la regia di Silvio Peroni mentre dal 19 novembre sarà la volta di Furniture di Sonya Kelly, regia di Maurizio Mario Pepe. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.

Nell’ambito dell’omaggio a Primo Levi l’Associazione Teatro di Roma presenterà fino al 17 novembre al Teatro Argentina lo spettacolo Se questo è un uomo, di e con Valter Malosti (martedì e venerdì ore 21; mercoledì e sabato ore 19; giovedì e domenica ore 17; lunedì riposo). Sempre l’Associazione Teatro di Roma proporrà in settimana al Teatro di Tor Bella Monaca lo spettacolo Bolle di sapone con Grazie Capraro e Daniele Paoloni per il testo e la regia Lorenzo Collalti (venerdì 15 e sabato 16 ore 21); al Teatro Biblioteca Quarticciolo Il ringhio della via lattea di Bonn Wark, un progetto di e con Lea Barletti e Werner Waas (16 novembre alle ore 21); al Teatro del Lido di Ostia sarà in scena Dirty Paky Lingerie di e con Aizzah Fatima (15 novembre alle ore 11 e il 16 novembre alle ore 21) e al Teatro Villa Pamphilj il laboratorio teatrale Danza il tuo clown di Gigi Capone (sabato 16 e domenica 17 novembre dalle ore 14 alle 19).

FuturaMemoria, prodotto da Spellbound con la direzione artistica di Valentina Marini, aprirà, fino al 28 novembre, i luoghi del municipio V al confronto e alla riflessione sui temi dell’inclusione e della memoria. Dal Teatro Biblioteca Quarticciolo al Mercato Villa Gordiani, il programma sarà una riflessione sul rapporto tra cultura africana e occidentale, tra integrazione e identità. Il 18 novembre alle ore 18.30 presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo sarà la volta dello spettacolo Europa Vecchia Madre, in collaborazione con Associazione Pin Doc; memoria, inclusione e diversità sono la base di questo progetto nato da un laboratorio di danza sociale condotto negli ultimi cinque anni da Theodor Rawyler con un gruppo di 16 donne intorno agli ottant’anni, testimoni di un conflitto mondiale. Il 20 novembre alle ore 16 presso la biblioteca Penazzato si terrà l’incontro dibattito Il loro sguardo buca le nostre ombre. Diversità e società in collaborazione con il Master Teatro nel Sociale diretto dal prof. Guido Di Palma, Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo, Sapienza Università di Roma. Fino al 28 novembre è possibile visitare (dalle 12.30 alle 15 e dalle 19.30 alle 22), presso La Cantina di Dante, la mostra fotografica/narrativa Nobody – Odysseo is my name, risultato di un’attività laboratoriale di cultura partecipata per raccontare al pubblico storie di accoglienza e d’identità, favorendo il dialogo e l’inclusione.

 

CINEMA

Fino al 19 dicembre l’Associazione Trousse coinvolgerà il territorio della periferia di Roma Est con Obiettivo periferie. Futuro Innovazione Partecipazione in una ricca programmazione multidisciplinare attenta alle innovazioni tecnologiche, alla lettura, al cinema d’autore, alla musica e alla street art. La biblioteca Aldo Fabrizi ospiterà la rassegna cinematografica dedicata ai vari aspetti della periferia – del Corpo, del Tempo, dell’Anima, dello Spazio – con una proiezione in programma:  Perfect day di Fernando León de Aranoa (martedì 19 novembre ore 17). Il 16 novembre alle ore 11 alla biblioteca Vaccheria Nardi, il professore Fabio Massimo Frattale Mascioli terrà un incontro sulla sostenibilità ambientale e la mobilità elettrica, mentre mercoledì 20 alle ore 17 sarà proiettato il lungometraggio Re Leone 3 Hakuna Matata di Bradley Raymond.

Il 16 e 17 novembre dalle 12 alle 14 sarà possibile vedere presso il Cinema Odeon i migliori documentari di The 48 hour film project a cura di Le Bestevem. Roma è l’unica tappa italiana del festival per aspiranti cineasti che si svolge in 140 città del mondo e diventerà per quei due giorni un polo internazionale per filmmaker.

Prosegue nell’ambito della mostra La meccanica dei mostri. Da Carlo Rambaldi a Makinarium al Palazzo delle Esposizioni la rassegna cinematografica gratuita L’inventore di illusioni, a cura dell’Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale. Prossimo appuntamento mercoledì 20 novembre ore 21 con Non si sevizia un paperino di Lucio Fulci.

ESPLORAZIONI

Nuovo appuntamento per Alla fine della città, a cura dell’Associazione Ti con zero, che porta i cittadini alla scoperta di Roma con pedalate esplorative e percorsi itineranti fra danza, reading e narrazioni. La prossima tappa sarà domenica 17 alle ore 11 con partenza dall’Isola Farnese dove la Compagnia Twain Physical Dance Theatre proporrà Juliette on the road, un percorso itinerante di danza con azioni site-specific, liberamente tratto da Romeo e Giuletta di W. Shakespeare, una rivisitazione della storia d’amore universale dove la scrittura del corpo, unita a quella del testo shakespeariano, prenderà vita tra il pubblico viandante.

Prosegue fino al 23 novembre il contest lanciato dall’Associazione Culturale Roma Centro Mostre per Telling Roma. Racconti dalla città invisibile, la manifestazione che vuole descrivere Roma attraverso i racconti dei cittadini. I partecipanti dovranno inviare a erreciemme@erreciemme.net un testo inedito che parli di Roma, della storia, della cultura e della vita quotidiana che troppo spesso rimane ai margini della “città visibile”.

Settimana di chiusura per alcune manifestazioni che già da fine ottobre animano il tessuto culturale della città: ultimi giorni per Indaco Fest 2019, l’iniziativa di Prenestepop tutta incentrata sui nuovi linguaggi artistici del contemporaneo. Venerdì 15 con la nuova cinematografia romana: alle 20 Julia Pietrangeli presenterà il suo documentario Chiudi gli occhi e vola, alla presenza della regista e del cast, alle 21 la scena underground femminile di Roma Est sarà protagonista del docu-film Linfa di Carlotta Cerquetti, presente insieme al cast. Alle 22.30 la musica live de Il Sangue dell’Orso vedrà salire sul palco i musicisti romani Emiliano Rossi (chitarra), Fabio Mele (basso), Gianluca Ursi (batteria), Ilenia Volpe (chitarra). Sabato 16 novembre, chiuderanno Indaco Fest tre nomi affermati della musica cantautorale italiana: Massimo Zamboni, Angela Baraldi e Cristiano Roversi. I tre celebri artisti celebreranno il trentennale dalla caduta del muro di Berlino con il concerto – evento Sonata a Kreuzberg, in chiusura di serata Joe Talbot, il leader e cantante degli inglesi Idles si esibirà in un esclusivo dj set. Nei giorni del festival, l’artista e architetto romano Paolo Maccari, con la mostra personale Maria pe’ Roma, proporrà una selezione dei suoi ritratti dei “frequentatori” della Roma multiculturale di oggi.

Il 19 novembre sarà l’ultimo giorno per attraversare la città ripercorrendone le tappe della sua storia con #PaesaggiUmani. Il performingmedia storytelling per ascoltare storie inscritte nelle geografie dell’autunno romano a cura di Urban Experience. L’ultimo appuntamento con i walkabout, format di esplorazione partecipata che utilizzano i media radiofonici e web per attivare le dinamiche interattive di cui è alimentato il performing media storytelling, partirà alle ore 11 nella Facoltà di Architettura in via Flaminia, sede centrale del Museo Nazionale Etrusco, successivamente ci si sposterà nella Villa Poniatowski, uno spazio immerso nel verde un tempo appartenuto a Giulio III, per poi arrivare all’Acqua Vergine, uno degli ultimi acquedotti ancora in funzione, alle ore 15 ci sarà la presentazione di Nuvola reloaded, installazione interattiva a cura di Massimo Di Leo, Gaia Riposati e Fabio Bronda, ispirata all’etrusca disciplina di osservazione dei fenomeni celesti. Chiude alle ore 16 la performance Nuvola Fulgurales di e con Gaia Riposati.

Il programma completo e gli aggiornamenti su tutte le manifestazioni in programma si possono consultare sul sito www.contemporaneamenteroma.it, sull’account social CulturaRoma su Facebook, Twitter e Instagram o al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19). L’hashtag ufficiale della rassegna è #contemporaneamenteroma.

Info 060608
www.contemporaneamenteroma.it

FB, Twitter e Instagram @culturaaroma
#contemporaneamenteroma

Più informazioni su