RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

CONCERTI DEL TEMPIETTO, IL 14 MARZO CON GIOVANNI MARIA VARISCO

Più informazioni su

Roma, giovedì 14 Marzo 2013, ore 20.30

Concerti del Tempietto

FESTIVAL MUSICALE DELLE NAZIONI
Sala Baldini – Piazza Campitelli, 9 – Roma
Ingresso promozionale a 10 


SCHUMAN, DEBUSSY, BEETHOVEN, SKRJABIN
Giovanni Maria Varisco (pianoforte)

Musiche di Robert Schumann (Kinderszenen – Scene infantili Op. 15); Claude Debussy (Children’s corner – L’Angolo dei bambini); Ludwig van Beethoven (Sonata quasi un a fantasia Op. 27 n.2 “Al chiaro di luna”); Aleksandr Nikolaevič Skrjabin (Sonata fantasia per piano Op.19 n.2 in Sol diesis minore).


SCHUMAN DEBUSSY

BEETHOVEN SKRJABIN

 

Giovanni Maria Varisco (pianoforte)

Musiche di Robert Schumann (Kinderszenen – Scene infantili Op. 15); Claude Debussy (Children’s corner – L’Angolo dei bambini); Ludwig van Beethoven (Sonata quasi un a fantasia Op. 27 n.2 “Al chiaro di luna”); Aleksandr Nikolaevič Skrjabin (Sonata fantasia per piano Op.19 n.2 in Sol diesis minore).

Nota sull’interprete


Redivivo da un terribile incidente avvenuto nel 2004 che ha interrotto per diversi anni la sua brillante carriera concertistica in Italia e all’estero, il maestro Giovanni Maria
Varisco è riuscito a recuperare la sua abilità e i suoi virtuosismi esecutivi grazie a una ispirazione costante che cerca nella musica una salvezza psicologica. Nonostante i danni permanenti (suona con una frattura ossea permanente a un braccio) e i numerosi interventi chirurgici subiti, Varisco è animato da una forza incredibile che lo porta continuamente a sfidare se stesso.

Un percorso in salita pieno di ostacoli che si percepisce nell’intensità delle sue esecuzioni pianistiche.

Il concerto presenta un programma che mette a confronto diversi autori apparentemente lontani, ma in realtà uniti nell’esplorare un tema comune: il mondo infantile (Schumann e Debussy nella prima parte del programma) e l’idea e la fantasia nella sonata (Beethoven e Skrjabin nella seconda parte).


PROGRAMMA DEL CONCERTO

R. SCHUMANN (1810-1856)

Kinderszenen   ( Scene infantili) Op. 15

“uomini e paesi sconosciuti”  

“una storia curiosa”

“mosca cieca”

“il fanciullo prega”

“quasi felice”

“avvenimento imporatante”

“sogno” 

“al camino”

“cavallo a dondolo”

“quasi troppo serio”

“fa paura”

“il bambino si addormenta”

“parla il poeta”

 

C.DEBUSSY (1862-1918)

Children’s corner (l’Angolo dei bambini)

“doctor gradus ad parnassum”

“Jmbo’s lullaby”

“serenade for the doll”

“the snow is dancing”

“the little shepherd”

“golliwogg’s cake-walk”

 

———–

 

 L.V.BEETHOVEN (1770-1827)

Sonata quasi un a fantasia Op. 27 n.2  “al chiaro di luna”

“adagio sostenuto”

“allegretto”

“presto agitato”

 

A. SKRJABIN (1872-1915)

Sonata fantasia per piano Op.19 n.2 in sol diesis minore

“andante”

“finale, presto”

 

 

BIOGRAFIA

Giovanni Maria Varisco ha studiato pianoforte con il M° Giovanni Nenna e si è diplomato dopo un periodo di perfezionamento con il M° Sergio Perticaroli al Conservatorio di Lecce.

Negli anni immediatamente successivi al diploma segue per tre anni i corsi superiori di perfezionamento pianistico presso il Mozarteum di Salisburgo.

Si distingue per il repertorio di musica russa a lui congeniale.

Esegue recital in tutta Italia ed è recensito dalle testate giornalistiche nazionali più importanti.

Forse è l’unico pianista che esegue, in un recital, tutte e tre le sonate di Ciaikowskj sorprendendo gli stessi critici russi accorsi alla serata.

E’ il repertorio,nonché lusinghiere lettere di presentazione di artisti di chiara fama e critici musicali importanti che gli permettono di vincere una borsa di studio per il Conservatorio Ciaikowskj di Mosca che frequenterà negli anni novanta affrontando un periodo intenso ed estremamente proficuo di duro lavoro.

E’ invitato a suonare in importanti festival europei.Sono di questo periodo concerti a Mosca, San Pietroburgo, Parigi, Salisburgo, Sarajevo.

Vincitore di concorso a cattedra per i conservatori italiani è docente di ruolo al Conservatorio di Bari dal 1998.

Dal 2009 si è trasferito al Conservatorio Santa Cecilia di Roma dove insegna pianoforte complementare.

Ha collaborato con i compositori Riccardo Santoboni, Francesco Giammusso, Riccardo Giovannini in repertori di musica contemporanea.

Si avvicina a tale repertorio eseguendo recital con musicisti di primo ordine quali Mario Caroli e Guido Arbonelli.

Invitato a Sarajevo nel 2000 per il concerto di fine anno in diretta televisiva nazionale, suonerà la Rapsodia in Blu di G.Gershwin con l’Orchestra Filarmonica diretta dal M° Emir Nuhanovic’. Collaborazione che continuerà con l’esecuzione del concerto per piano e orchestra in re magg. Di J.Haydn.

Questa felicissima intesa professionale sarebbe continuata con l’esecuzione del secondo concerto per pianoforte e orchestra di S. Rachmaninov, bruscamente interrotta da un terribile incidente automobilistico in cui, vittima il M° Varisco, ha di fatto sospeso per un lunghissimo periodo le sue potenzialità creative.

Oggi riprende a studiare e ad impegnarsi per ricostruire la sua strada di musicista.

Si avvale della sua decennale esperienza esecutiva e del suo vasto repertorio per immergersi nel mondo dell’improvvisazione pianistica avvicinando la musica jazz alla musica contemporanea in un suo esclusivo e personalissimo modo di fare musica al pianoforte.

Inciderà quindi in presa diretta ed in un’unica sessione tracce musicali raccolte in un CD dal titolo “Cristallo di Ferro “.


Info +39 348 780 43 14

e-mail: afjs@tempietto.it

web: www.tempietto.it


 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.