RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Concerto 4 marzo Pontificio Istituto di Musica Sacra- Chiesa di S. Apollinare

Più informazioni su

Pontificio Istituto di Musica Sacra

I lunedì musicali al Pontificio

Stagione concertistica 2012-2013

3 dicembre 2012  – 10 giugno 2013

 

 

Roma – Un viaggio spirituale nel misterioso e affascinante universo del canto gregoriano, proposto dalla Schola Gregoriana diretta dal M° Franz Karl Prassl, nel prossimo appuntamento de I lunedì musicali del Pontificio, il 4 marzo alle 19,00 nella Chiesa di S. Apollinare, in Piazza S. Apollinare.

In linea con il periodo quaresimale, la Schola Gregoriana del Pontificio Istituto di Musica Sacra ci propone un  prestigioso programma, dal titolo Via Domini – La via del Signore,  composto da monodie gregoriane per la settimana santa, che scandiscono liturgicamente i vari momenti della Messa, quali  Cantabo Domino, Gloria, Laus et honor,  Cum audisset populus, Ingrediente Domino, Christus factus est e tanti altri.

I brani musicali sono intervallati da letture di testi liturgici da parte di una oratrice,  Ioana Trifoi.

La Schola Gregoriana del Pontificio Istituto di Musica Sacra è di antica tradizione,  fondata nel 1911, si dedica alla formazione degli studenti per la preparazione e l’animazione delle celebrazioni liturgiche, anche le liturgie papali, insieme alla Cappella Sistina.

In prossimità della Pasqua il concerto sarà un’occasione per approfondire la liturgia quaresimale gregoriana che, specialmente in questo particolare momento di attesa del prossimo Pontefice, che vive la Chiesa cattolica, acquista un significato ed uno spessore particolari.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

 

 

 Programma

 

VIA DOMINI – LA VIA DEL SIGNORE

CANTO GREGORIANO PER LA SETTIMANA SANTA

 

INGRESSUS                                                Cantabo Domino

 

HYMNUS                                                Gloria, laus et honor (Teodolfo di Orléans)

(e codice A-Gu 807)

 

ANTIPHONA PROCESSIONIS            Cum audisset populus

 

RESPONSORIUM                                    Ingrediente Domino

 

ANTIPHONA PROCESSIONIS            Cum appropinquaret

 

INTROITUS                                                In nomine Domini

 

GRADUALE                                                Christus factus est

 

COMMUNIO                                                Dominus Iesus postquam cenavit

 

RESPONSORIUM                                    Tristis est anima mea

 

LECTIO                                                Lamentatio Ieremiae prophetae

(e codice A-Gu 29, Sankt Lambrecht)

 

RESPONSORIUM                                    Tenebrae factae sunt

 

ANTIPHONA                                                Τόν σταυρόν σου – Crucem tuam adoramus

(e codice I-BV 40)

 

RESPONSORIUM                                     Ierusalem luge

 

ANTIPHONAE                                    O mors, ero mors tua

Plangent eum

O vos omnes

 

CANTICUM                                                Sicut cervus desiderat

 

INTROITUS                                                Nos autem gloriari oportet

 

EGRESSUS                                                Cantabo Domino

 

Ioana Trifoi – Oratrice

Matteo Ferraldeschi, Gerardo Frausto Rivas, Severin Prassl – Cantores

SCHOLA GREGORIANA del PIMS

Direttore: Franz Karl Prassl

 

 

 

La Schola Gregoriana del Pontificio Istituto di Musica Sacra fu istituita nel 1911, proprio nello stesso anno in cui, ufficialmente, prendeva avvio la formazione accademica musicale della nascente Scuola Superiore di Musica Sacra. Lo scopo principale della Schola risiedeva nell’esercizio costante del canto gregoriano in modo da far acquisire agli studenti padronanza e competenza in materia: a loro infatti, al termine del corso di studi e tornati nelle rispettive diocesi, sarebbe spettato il compito di diffonderlo con la giusta perizia in qualità di maestri di Cappella nelle Cattedrali o di insegnanti nelle scuole di musica sacra diocesane.

Da cento anni, la formazione in canto gregoriano consiste nel preparare e cantare sia all’interno delle celebrazioni liturgiche che nei concerti sacri. La Schola collabora attivamente con la Radio Vaticana e prende parte alle liturgie papali insieme alla Cappella Sistina. Molti studenti dell’Istituto sono anche cantori nelle Cappelle delle diverse Basiliche romane. I direttori della Schola gregoriana, che nei diversi anni si sono avvicendati, sono stati sempre interpreti di alto livello nel campo del canto gregoriano. Certamente si deve ricordare p. Eugène Cardine, OSB, monaco di Solesmes, che, per molti anni, a Roma, animò la scuola di Semiologia gregoriana con la sua speciale attenzione all’interpretazione, condotta sempre con uno sguardo focalizzato sulle indicazioni per l’interpretazione offerte dagli stessi antichi neumi nei manoscritti. I suoi studenti diffusero in tutto il mondo il nuovo stile di cantare, considerata la “forma originale” di interpretazione del gregoriano. Con i direttori Nino Albarosa e Alberto Turco la Schola continuò a distinguersi per il suo alto livello, protagonista di numerosi concerti in Italia e all’estero. Dopo il breve periodo di docenza di P. Daniel Saulnier, OSB, nel 2011 il maestro Franz Karl Prassl è stato nominato insegnante di canto gregoriano presso il PIMS: egli è il continuatore della tradizione di interpretare il canto gregoriano secondo la prassi del p. Cardine. Molti alunni di canto gregoriano a Roma hanno fondato, successivamente, le proprie Scholae Cantorum nelle diverse nazioni da cui provengono ed eseguono i canti gregoriani nella liturgia, nei concerti e in festival di eccellente livello.

 

 

Franz Karl Prassl

 

Franz Karl Prassl, attuale insegnante di Canto Gregoriano presso il PIMS, ha studiato Teologia conseguendo il grado di Dottore in Liturgia con Philipp Harnoncourt e Musica (musica liturgica, organo, direzione corale, direzione orchestrale) a Graz. Ha compiuto gli studi di perfezionamento in Canto gregoriano con ricercatori di primo piano quali Godehard Joppich, Luigi Agustoni e Johannes Berchmans Göschl. Dal 1982 al 1992 è stato organista titolare della Cattedrale di Klagenfurt, e dal 1982 al 1989 è stato direttore di musica della Diocesi di Gurk e soprintendente agli organi. Dal 1989 è professore a tempo pieno di Canto Gregoriano e di Repertorio di Musica Liturgica all’ Universität für Musik und darstellende Kunst a Graz. È stato direttore del Dipartimento di Musica liturgica negli anni dal 1995 al 2000 ed è stato prefetto degli studi dell’Università negli anni dal 2000 al 2003. Attualmente è ancora membro del senato accademico dell’università. Ha ricoperto l’incarico di professore invitato all’Università di Musica di Vienna, Innsbruck e Zagreb. È stato nominato professore di Canto Gregoriano al PIMS nel 2011. Ha tenuto numerose master classes e lezioni magistrali in diversi nazioni d’Europa, Stati Uniti e Pechino.

Attivo come concertista d’organo e direttore di coro e orchestra, ha realizzato numerose incisioni ed eseguito numerose produzioni con la Radio Pubblica d’Austria. È professore di corsi di Canto Gregoriano in Austria e invitato presso molte istituzioni accademiche internazionali. Fondatore e direttore della Grazer Choralschola, ensemble che ha tenuto diversi concerti in Europa, Stati Uniti e Israele. La sua attività scientifica accademica riguardante la storia della liturgia e la musica in Austria si concentra con speciale riguardo al XII secolo. È coeditore del giornale Beiträge zur Gregorianik, è stato responsabile editoriale dell’area sulla musica ecclesiastica nelle enciclopedie Religion in Geschichte und Gegenwart e Religion in Past and Present. Ha scritto numerosi articoli per enciclopedie come Die Musik in Geschichte und Gegenwart, Lexikon für Theologie und Kirche e nell’Österreichisches Musiklexikon. È membro del consiglio della Commissione Liturgica Austriaca e Presidente della Commissione per la Musica di Chiesa e dell’Associazione Santa Cecilia di Austria.

 

Cenni storici – Il Pontificio Istituto di Musica Sacra è stato fondato da San Pio X nel 1910 con la denominazione di “Scuola Superiore di Musica Sacra”. La scuola fu aperta il 3 gennaio 1911 e confermata con il breve Expleverunt del 4 novembre dello stesso anno. Il 10 luglio del 1914, con un rescritto della Segreteria di Stato, la Scuola fu dichiarata Pontificia e le fu concessa la facoltà di conferire i gradi accademici. Pio XI, con il motu proprio Ad musicæ sacræ restitutionem (22 novembre 1922) ne diede gli statuti, confermando l’immediata dipendenza dalla Sede Apostolica. Con la costituzione apostolica Deus scientiarum Dominus (24 maggio 1931), la Scuola – denominata Pontificio Istituto di Musica Sacra – è stata inclusa tra le università e facoltà pontificie. Pio XII raccomandò vivamente la frequenza dei corsi attraverso una lettera della Segreteria di Stato all’episcopato di tutto il mondo (22 novembre 1953) e nell’enciclica Musicæ sacræ disciplina (25 dicembre 1955). Nell’Istruzione sulla Musica Sacra e la Sacra Liturgia del 3 ottobre 1958, la Sacra Congregazione dei Riti ha rilevato la priorità dell’Istituto romano rispetto alle istituzioni similari. Giovanni XXIII, in occasione del 50° anno di fondazione, con la lettera apostolica Iocunda laudatio ne esaltava l’operato e istituiva un sezione di musica per le missioni (8 dicembre 1961). Paolo VI, con il chirografo Nobile subsidium liturgiæ (22 novembre 1963) ha istituito la Consociatio Internationalis Musicæ Sacræ, la cui segreteria ha sede nell’Istituto e il 10 maggio 1975 ha fondato la Scuola di semiologia gregoriana.

 

Giovanni Paolo II nel 1983 ha assegnato all’Istituto l’intero immobile dell’abbazia di San Girolamo in Urbe, ove, dall’anno accademico 1984-1985, si svolge l’attività didattica e liturgica.Il 19 gennaio 2001, nel 90° anniversario di fondazione del Pontificio Istituto di Musica Sacra e a conclusione delle celebrazioni in memoria di Mons. Higini Anglès, Preside dell’Istituto dal 1947 al 1969, il corpo docente e il personale dell’Istituto sono stati ricevuti in udienza particolare da S. S. Giovanni Paolo II.

In quell’occasione il Santo Padre ha tracciato autorevolmente le vie maestre della musica sacra, testimoniando la Sua alta considerazione e il Suo apprezzamento nei confronti dell’attività didattica, artistica e liturgica dell’Istituto.
Il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, in qualità di istituzione accademica e scientifica eretta dalla Sede Apostolica gode di propria personalità giuridica e si regge sulle norme del diritto canonico, su statuti propri approvati dalla Santa Sede e sulle norme approvate dal Consiglio Accademico; per facoltà della Sede Apostolica, conferisce i gradi accademici di Baccalaureato, Licenza, Magistero e Dottorato.
L’Istituto persegue le seguenti finalità: insegnare le discipline liturgico-musicali sotto il profilo pratico, teorico e storico; promuovere la conoscenza e la diffusione del patrimonio tradizionale della musica sacra e favorire espressioni artistiche adeguate alle odierne culture; rendere, per incarico della Chiesa madre di Roma, un servizio alle Chiese locali di tutto il mondo, in vista della formazione dei musicisti di chiesa e dei futuri insegnanti nell’ambito della musica sacra. L’Istituto adempie al suo mandato tramite l’insegnamento delle discipline curriculari, la ricerca e l’analisi storico-estetica, la pubblicazione di opere musicali e scientifiche, l’esecuzione in sede concertistica e liturgica di brani musicali, con l’intento di diffondere il repertorio del passato e del presente.

Il Pontificio Istituto di Musica Sacra promuove inoltre lo sviluppo di centri di studio sulla musica sacra sia a livello accademico (Università, Scuole superiori) che pastorale (Scuole diocesane) e l’organizzazione di convegni di studio e corsi di specializzazione e perfezionamento (Master).

 

 

INFO

 

Tel. 06. 6638792

www.musicasacra.va

e-mail  pims@musicasacra.va

 

Sedi degli eventi:

Sala Accademica

Piazza Sant’Agostino 20/a

Basilica di Sant’Apollinare

Piazza Sant’Apollinare

 

Chiesa di Sant’Agostino

Piazza Sant’Agostino

 

Mezzi pubblici

Bus 46, 64, 492, 70

 

Orario spettacoli

Ore 19,00

 

Biglietteria in sede

Intero 10€  –  Ridotto 8€

Riduzioni varie

(gratuito per studenti di ogni ordine e grado)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.