RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il corto “Romeo e Giulietta” della scuola media Pablo Neruda in anteprima ad Alice nella Città

Più informazioni su

“Romeo & Giulietta”, il cortometraggio realizzato dagli studenti della scuola media Pablo Neruda di Roma, in anteprima ad Alice nella Città
Il corto sarà presentato all’interno della sezione Scuole in Corto, lunedì 21 ottobre, ore 16.30, sala Tim Vision

Il cortometraggio “Romeo & Giulietta” (Italia, 2019, 10’), che vede come protagonisti gli studenti della scuola media Pablo Neruda di Roma, scritto e diretto dal regista Felice Valerio Bagnato e prodotto da Solaria Film, sarà presentato in occasione della 17/ma edizione di Alice nella Città, sezione parallela e indipendente della Festa del Cinema di Roma.

Il cortometraggio nasce all’interno del progetto “La Terra Vista Dalla Luna”, un lavoro di educazione all’immagine, all’interno dell’Istituto Comprensivo “Pablo Neruda” iniziato lo scorso anno scolastico con l’intenzione di costituire un laboratorio permanente di cinema e audiovisivo, grazie alla collaborazione con Solaria Film propiziata dal piano nazionale “Cinema per la scuola” del MIUR-MiBACT.

Il cortometraggio, che ha visto anche la collaborazione di alcuni docenti della scuola, sarà presentato in anteprima lunedì 21 ottobre, ore 16.30, presso la sala Tim Vision all’interno della sezione Scuole in Corto.

Alla proiezione saranno presenti il regista Felice V. Bagnato e gli studenti delle classi coinvolte (IIF e IIG).

Una mattina, a Ottavia, periferia nord di Roma, nella scuola media Pablo Neruda una notizia sconvolge gli animi degli alunni delle due classi IIF e IIG, legati da una profonda e acerrima rivalità, che sfocia spesso in risse. Pare infatti che Romeo della seconda G e Giulietta della seconda F si siano innamorati. Gli studenti sono disorientati e cercano di interrogarsi a vicenda sul da farsi. Sarà vero oppure no di Romeo e Giulietta? E quei due, non ci pensano alle conseguenze dei loro sentimenti? E quanto c’è di vero in questa storia che sembra assomigliare al celebre dramma di William Shakespeare? E se il sentimento d’amore tra i due potesse mettere invece fine a ogni contesa e instaurare la nascita di un’amicizia e una collaborazione tra gli alunni delle due classi?

L’idea di partenza di questo soggetto e della sceneggiatura era rinnovare Romeo e Giulietta senza cadere mai nei soliti stereotipi di classe – ha spiegato Felice V. Bagnato – La sceneggiatura si struttura secondo un’unità di tempo, di luogo e di azione, che porta ad ambientare la vicenda in una scuola media, in una giornata di scuola, dall’inizio alla fine e seguendo il momento dell’innamoramento tra i due ragazzi. In questo e nella volontà di raccontare una storia d’amore in periferia, una periferia romana ma anche universale, che è anche una storia di riconciliazione dai conflitti, utilizzando gli stilemi tipici del cinema indipendente e a basso budget ma senza farne per questo un linguaggio cupo o di disperazione.

Felice V. Bagnato ha scritto, diretto e prodotto diversi documentari, reportage, videoclip e spot. Ha collaborato con Rai, Mediaset, Giffoni Film Festival. I suoi lavori sono stati presentati in rassegne prestigiose come la Festa del Cinema di Roma, la Mostra del Cinema di Venezia, il Los Angeles Web Fest, Cortinametraggio e la Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto.

 

Più informazioni su