RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Dal 19 Novembre l’omaggio a Rino Gaetano al teatro delle Muse

Più informazioni su

rino
La compagnia del teatro artistico d’inchiesta, insignita il 15 ottobre del 2012 del premio Diritti Umani Italia 2012 dedicato alla memoria del giornalista di Radio Radicale Antonio Russo morto in Cecenia nel 2000, torna in scena il 19 novembre al Teatro delle Muse (via Forlì 43 Roma) con una pièce dedicata al cantautore Rino Gaetano. La prima tenutasi il 30 ottobre 2013 è stata un SOLD-OUT. L’opera è un omaggio al cantautore, ricordato per la sua voce ruvida e spontanea, per la graffiante ironia delle sue canzoni nonché per la denuncia sociale, celata dietro i suoi testi apparentemente leggeri e disimpegnati. Con questo testo si vuole procedere ad un’analisi dai toni fiabeschi quanto inconfutabili della sua produzione artistica. Chi erano i protagonisti dei suoi brani? Quanto incisero sulla vita del paese?
E’ soprattutto la canzone “Nuntereggae più” a ispirare questo racconto. Il testo è pura denuncia, grido di allarme, ultimo appello alla coscienza individuale e collettiva degli italiani. Nasce da una profonda riflessione sulla situazione dell’Italia. Si svolge come ragionata consequenziale elencazione di fatti e personaggi che hanno un profondo nesso logico-politico-civile: la degenerazione neo-consociativa “senza fatti e soluzioni” del nostro Paese, provocata dai partiti di governo (DC, PSI, PLI, PRI) in unione con il PCI, che ha ormai corroso e corrotto il popolo italiano (la degradazione antropologica dell’italiano già descritta e denunciata da Pier Paolo Pasolini).

Questo gli valse, tra i suoi colleghi, invidiosi del meritato successo che Rino stava conseguendo, l’appellativo di “cazzaro”, uno in definitiva che scriveva cose senza senso.

Senza senso…?!

Tutto ebbe inizio la notte del 29 ottobre del 1945, Rino Gaetano sarebbe nato a Crotone esattamente cinque anni dopo.

“Avrei voluto un amico come lui…” regia di Bruno Bucciarelli e Angela Turchini, narratore David Gramiccioli. Per informazioni: 331 6194477. (Servizio Fabrizio Pacifici)

Più informazioni su