RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Domani Vittorio Gassman e Salvo Randone protagonisti della rassegna GRANDI INTERPRETI -al Teatro Argentina

Più informazioni su

Prosegue al Teatro Argentina la rassegna GRANDI INTERPRETI

– cicli di proiezioni di storici “adattamenti televisivi” di spettacoli teatrali

nell’interpretazione di grandi attori maschili –

promossa dal Teatro di Roma con Rai-Cinema e Rai Teche

Un’opportunità unica e imperdibile di rivedere splendidi interpreti maschili

con la testimonianza di alcuni attori che con loro hanno lavorato

Secondo appuntamento giovedì 21 marzo alle 21.00

dedicato alla coppia Vittorio Gassmane Salvo Randone

magnifici protagonisti dell’OtellodiWilliam Shakespeare

nella versione televisiva del 1954

Interverranno Gabriele Lavia e Maurizio Giammusso

Ingresso libero

 

Prosegue giovedì 21 marzo (ore 21) nella Sala Squarzina del Teatro Argentina la rassegna Grandi interpreti, promossa dal Teatro diRoma con Rai-Cinema e Rai Teche, dedicata ai grandi volti maschili della storia del nostro teatro, rivisti attraverso le proiezioni integrali degli adattamenti televisivi di spettacoli da loro interpretati, che saranno presentati e commentati di volta in volta da attori, registi, personaggi, che li hanno conosciuti e con i quali hanno lavorato.

Il secondo appuntamento ha per protagonisti la coppia Vittorio Gassman e Salvo Randone, interpreti con Anna Maria Ferrero dell’Otello di William Shakespearenella versione televisiva del 1954, per la traduzione di Salvatore Quasimodo, la sceneggiatura di Enrico Tovaglieri, i costumi di Giulio Coltellacci, le luci di Giampiero Puliti e la musica di Fiorenzo Carpi(durata: 2.35.54).Alla proiezione interverranno Gabriele Lavia e Maurizio Giammusso.

Realizzato con la collaborazione di Rai-Cinema e Rai Teche, la rassegna è un’occasione per riscoprire la memoria dell’attore, spesso consegnata allo studio degli specialisti o al ricordo individuale di coloro che lo hanno potuto vedere e seguire. Dei grandi attori del passato rimangono testimonianze, ma sovente risulta necessario fidarci di impressioni vaghe, voci lontane, filmati sbiaditi, ricostruzioni frammentarie. Solo attraverso il riconoscimento di un filo che unisce il passato e il presente della nostra storia teatrale si può ritrovare un percorso, una sapienza che è anche il nostro orizzonte. Il bisogno di una riflessione sul divario interno alla percezione odierna dell’evento teatrale in relazione alla sua memoria è anche e soprattutto un volgersi indietro alla ricerca dei cenni, dei segnali di fumo che l’enigma dei grandi attori ci ha rivolto.  

TEATRO ARGENTINA

Ufficio promozione Teatro di Roma: tel. 06.684.000.346 fax 06.684.000.360 www.teatrodiroma.net

Biglietteria Teatro Argentina: tel.06.684.000.311 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.