Quantcast

Festa del Cinema di Roma 2021 – Cyrano: Recensione in anteprima!

Joe Wright mette Peter Dinklage nei panni di Cyrano nell’adattamento cinematografico del musical di Erica Schmidt basato sulla commedia di Edmond Rostand.
Abbiamo visto il film in anteprima alla Festa del Cinema di Roma!

La storia del Cyrano de Bergerac è celebre. Cyrano è un poeta e uno spadaccino, unisce le sue due passioni nel prendersi gioco di chi se lo merita e, all’occorrenza, sconfiggerli in duello. Non è bello, ma la sua apparenza nasconde un animo poetico e sensibile, che sboccia quando incontra la bella Rossana, di cui è da sempre segretamente innamorato. Oltre ad essere un artista Cyrano è anche un soldato e per sua sfortuna sarà proprio un suo cadetto, per nulla avvezzo alla poesia, a chiedergli una mano “artistica” per conquistare Rossana, la donna che entrambi amano.

Il regista, Joe Wright, è rimasto colpito dal musical che ne adatta la storia, scritto e diretto da Erica Schmidt e interpretato proprio da Peter Dinklage e Haley Bennett, dopo averlo visto durante la pandemia.  Abbagliato dallo spettacolo e dai suoi interpreti ha deciso di arruolarli per il suo adattamento cinematografico, affidando proprio alla Schmidt la sceneggiatura del film.

Scelta vincente, perché la chimica tra i due attori è ottima e Dinklage è strepitoso nei panni di Cyrano. Lingua tagliente, sguardo sornione e cuore d’oro fanno dell’attore reso celebre da Game of Thrones un grande protagonista della commedia di Rostand. D’altro canto la Bennett si difende con una rappresentazione quasi eterea di Rossana. Delicata, tenue ma al tempo stesso forte e passionale, entrambi regalano delle ottime interpretazioni sia recitative che canore!

Il film, che uscirà in Italia il 21 gennaio 2022, è stato girato in Sicilia nello scorso autunno e vede un italiano anche dietro ai costumi, Massimo Cantini Parrini. Scenografie e costumi sono impeccabili, accompagnati da una fotografia che riesce ad essere sia delicata che forte all’occorrenza. Coerente con un racconto che parla d’amore e di guerra. Un comparto tecnico che incornicia perfettamente una pellicola riuscita sorretta poi da un’ottima colonna sonora. Molti brani, per lo più riusciti, si alternano sapientemente e senza mai stonare. L’unica controindicazione è che probabilmente uscirete dalla sala con la canzone finale in testa e faticherete a togliervela per un po’.

Questo Cyrano è un’opera ispirata e coinvolgente, che tocca le corde del cuore e non mancherà di strapparvi più di un sorriso e di una lacrima.

Luca Silvestri