Funerali Gigi Proietti, il saluto dei romani: era l’ultimo Re

Roma – “Sono qui perche’ era un grande ed era l’ultimo re di Roma”. Il covid non ferma l’abbraccio di Roma a Gigi Proietti. Sono decine le persone che nonostante una piazza del Popolo blindata si sono affacciate, con un cartello o un fiore, ai margini della piazza per dare un ultimo saluto all’attore romano.

“Era un grande artista, un grande uomo”, racconta una donna. Un amore che e’ esploso in un lungo applauso di alcune decine di persone che in via di Ripetta si sono avvicinate alle transenne mentre Gigi Proietti faceva il suo ingresso nella Chiesa degli Artisti.

“Era un tifoso della Roma, romano e romanista, era uno del popolo, era impossibile non venire qui”, le fa eco una anziana vestita con la maglia della As Roma.

“Gigi in paradiso manca un grandioso e quello sei tu”, recita un cartello. “Ricordo la sua spontaneita’ e poi sicuramente era un uomo buono. Erano i suoi occhi a parlare”, ricorda una ragazza commossa.