Quantcast

Giovedì 30 settembre va in scena la Festa dello Sport 2021 foto

Più informazioni su

Giovedì 30 settembre 2021, presso l’Oratorio di San Giuseppe al Trionfale, via Giovanni Bovio 24, si concluderà il progetto “Festa dello Sport 2021”, realizzato dal CSI Roma (Centro Sportivo Italiano – Comitato di Roma) e finanziato dalla Regione Lazio nell’ambito delle iniziative finalizzate all’Outdoor Education.

13 eventi in 13 oratori diversi, organizzati dal 15 al 30 settembre 2021, che hanno coinvolto 650 bambini/e di età compresa tra i 6 e gli 11 anni e circa 1000 tra genitori e parenti dei bambini che hanno vissuto da protagonisti questa “Festa dello Sport 2021”. Ogni giornata polisportiva è culminata con il “terzo tempo”, evento educativo cui hanno partecipato tutti gli atleti con le loro famiglie, nel corso del quale, in un ambiente conviviale, stimolati da educatori sportivi del CSI Roma, tanto i giovani quanto i propri adulti di riferimento hanno condiviso riflessioni su quanto sperimentato e appreso durante la giornata in un momento di mutuo apprendimento, ricostruendo così un patto di alleanza educativa tra centri sportivi e famiglie.

«La pandemia ci ha fatto capire quanto sia importante lo sport per le generazioni più giovani – afferma Daniele Pasquini, presidente del Centro Sportivo Italiano, Comitato provinciale di Roma -. Quindi ripartire in quest’anno attraverso delle feste dello sport organizzate nei vari quadranti di Roma per noi è stato un piccolo gesto simbolico verso la città per ripartire dopo mesi di distanziamento sociale. Lo sport può fare tanto per la coesione ma può rappresentare anche un’opportunità per trasmettere messaggi importanti. Il CSI Roma, che da oltre 77 anni promuove lo sport educativo, ha per questo organizzato la Festa dello Sport, un’occasione per trasmettere valori, in questo caso legati all’ecologia integrale, ma anche per invitare ad alcune riflessioni fondamentali i nostri giovani su un argomento tanto delicato».

L’ecologia integrale è il concetto cardine dell’enciclica “Laudato Si’” di Papa Francesco e comunica la consapevolezza che tutto è collegato nell’universo, che non esiste forma di vita isolata e autosufficiente, che la preoccupazione per la natura, l’equità verso gli altri, l’impegno nella società, ma anche la gioia e la pace interiore risultano inseparabili. Prendersi cura della casa comune e migliorare l’ambiente in cui si vive, rappresenta un messaggio universale rivolto a tutti i bambini e ragazzi, senza distinzione di fede religiosa, genere o appartenenza etnica.

Le attività motorie proposte dall’equipe multidisciplinare del progetto “Festa dello Sport 2021”, formata da istruttori ed educatori sportivi, sono state pensate per poter trasmettere i valori dell’ecologia integrale. In ognuno dei 13 eventi di questa manifestazione sono state realizzate 6 postazioni di gioco, ognuna collegata a un argomento dell’ecologia integrale: il calciobalilla umano per la tematica del tutto è connesso; il vortex per far capire il concetto dell’accettazione dei propri limiti; il pacman umano per la cultura dello scarto; il gioco pulisci il campo per sottolineare l’importanza del riciclo; il gioco degli ingranaggi per le emissioni nell’ambiente e costruiamo il nostro gioco per comunicare la casa comune.

Il progetto “Festa dello Sport 2021” ha promosso stili di vita salutari, attraverso la realizzazione di attività fisiche ma, i comportamenti individuali, come la pratica dell’attività fisica e delle abitudini ecologiche, non sono espressione della sola scelta personale. Nell’orientare gli stili di vita, infatti, giocano un ruolo rilevante anche fattori che appartengono alla sfera relazionale, come il sostegno sociale, la condivisione e il supporto da parte di familiari e amici. Dunque, è anche l’ambiente di vita, inteso nel suo complesso, a orientare i comportamenti dei singoli. In tal senso, il progetto ha previsto azioni per stimolare la partecipazione dei familiari dei bambini/e coinvolti.

Più informazioni su