Quantcast

Grottaferrata, si celebra San Nilo: Lazio e Calabria sempre più unite

Più informazioni su

Roma – Domani, giovedì 26 settembre 2019, Grottaferrata celebra il patrono San Nilo, culmine come ogni anno del Settembre Grottaferratese.

Le solennità, ambientate tra abbazia e centro cittadino, sono in corso già da inizio settimana. Nella serata di oggi, dopo la messa delle 17,30 presieduta dal vescovo di Frascati, S.E. Monsignor Raffaello Martinelli, alle ore 18,30 sarà la volta della tradizionale processione su Corso del Popolo con la reliquia e l’icona del Santo Patrono trasportata sullo storico carro a cui parteciperanno le autorità religiose, civili e militari del territorio.

Hanno annunciato la loro presenza i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Frascati, Rocca di Papa, Rocca Priora, Monte Porzio Catone, Montecompatri, Marino, Ciampino, Albano.

La giornata di domani, giovedì 26 settembre, vedrà al mattino alle ore 10,30 la celebrazione della solenne divina liturgia presieduta da S.E. Monsignor Marcello Semeraro, presente il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali.

Tra gli illustri ospiti che hanno annunciato la loro presenza il rappresentante diplomatico dell’Ambasciata di Ucraina presso la Santa Sede, signor Serhii Kulchytskyi.

La festa del santo patrono si concluderà con il tradizionale spettacolo pirotecnico a cura dell’associazione Beer &Co.

SETTE GIORNI FA L’INCONTRO CON BARTOLOMEO I IN CALABRIA – Il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti offrirà i tradizionali ceri votivi. La Corale Polifonica di Grottaferrata animerà la cerimonia con i canti melurgici.

Il sindaco Andreotti, peraltro, arriva alla due giorni dedicata al Santo Patrono a una settimana dalla visita in Calabria dove il primo cittadino di Grottaferrata, proprio in quanto sede della millenaria abbazia greca di San Nilo,ha potuto prendere parte alla delegazione istituzionale che ha avuto l’onore di incontrare il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I giunto in Italia iin occasione del centenario della fondazione dell’Eparchia di Lungro sede della Chiesa bizantina cattolica di rito orientale in Italia, fanno riferimento tutte le comunità italo-albanesi.

Il sindaco Luciano Andreotti è tra i principali promotori del riconoscimento del cosiddetto ‘percorso niliano’ che vede unite la Calabria, in particolare Orsomarso, sede della chiesa bizantina di San Leonardo e Grottaferrata, cittadina fondata, attorno all’abbazia, dal santo monaco di Rossano Calabro.

L’Eparchia di Lungro in tal senso rappresenta il punto di congiunzione tra tutte le realtà tuttora accomunate dal passaggio e dall’apostolato di San Nilo.

Più informazioni su