Quantcast

Il 10 ottobre al Circo Massimo torna la Race for the Cure

Roma – La pandemia ha creato drammatici ritardi nella diagnosi e nella cura delle malattie oncologiche: oltre 2 milioni e mezzo di esami diagnostici in meno, una riduzione degli screening mammografici di oltre il 50%, rinvio di oltre 400.000 interventi chirurgici e più di 2.000 donne che si dovranno confrontare in ritardo con un tumore del seno. Numeri allarmanti che solo lentamente stanno migliorando nel 2021. Per contribuire in modo concreto a riportare la situazione verso la normalità, la Komen Italia ha predisposto un programma molto intenso di attività nel Mese della Prevenzione.

Domenica 10 ottobre, al Circo Massimo a Roma torna finalmente in presenza la Race for the Cure, la più grande manifestazione al mondo contro i tumori del seno. Quest’anno la Race, per le restrizioni legate al Covid-19, si svolgerà in una nuova versione: non sarà una corsa ma una passeggiata, con partenze differenziate, per evitare il sovraffollamento e garantire la sicurezza di tutti i partecipanti.

Organizzata dalla Komen Italia con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio delle principali istituzioni, la Race di Roma avrà quest’anno il generoso supporto della Regione Lazio e di Città Metropolitana di Roma Capitale, dell’Esercito Italiano, dell’Arma dei Carabinieri, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, e la preziosa collaborazione di partner come la Johnson & Johnson, Pfizer, Gruppo Acea, Amgen, Lete e altre aziende.

Oltre a Roma, la Race è programmata in altre 6 città italiane: Bologna (24-26 settembre), Brescia (3 ottobre), Bari (15-16 ottobre), Matera (17-18 ottobre), Pescara (23-24 ottobre) e Napoli (6-7 novembre). Per partecipare e iscriversi alla Race basta registrarsi preventivamente con una donazione e scegliere tra gli intervalli orari di partenza disponibili su www.raceforthecure.it e www.komen.it. Grazie alla rinnovata collaborazione con il Ministero della Cultura mostrando la ricevuta di iscrizione e la Komen Card gli iscritti a una delle sei edizioni della Race for the Cure potranno accedere gratuitamente con un accompagnatore ai principali musei, monumenti e parchi archeologici statali delle rispettive città. Gli elenchi dei musei aderenti, in costante aggiornamento, sono consultabili su www.komen.it.

“Johnson & Johnson è accanto a Komen e alle sue attività fin dalla prima Race nel 2000- afferma Barbara Saba, direttrice generale della Fondazione Johnson & Johnson- È una partnership cresciuta nel tempo in cui continuiamo fortemente a credere e che è un esempio della responsabilità che la nostra Azienda ha nei confronti della società in cui viviamo e lavoriamo. Nel 2021 il nostro impegno continua grazie al supporto dei nostri brand Biafin e Aveeno alle Donne in Rosa e al contributo della Fondazione Johnson & Johnson a favore della prevenzione”.

“Pfizer conferma il suo impegno al fianco di Komen ampliando il ventaglio di attività e iniziative da realizzare insieme, con l’obiettivo sia di generare nuove opportunità di prevenzione e screening rivolte alla popolazione sia di supportare il benessere psicofisico e il percorso di cura delle donne già colpite dalla malattia- dice Alberto Stanzione, direttore Oncologia di Pfizer in Italia- Continueremo quindi a lavorare in partnership per offrire risposte concrete al bisogno di salute e qualità di vita a cui le donne che convivono con il tumore al seno hanno diritto”.

La prevenzione e la tutela della salute femminile saranno il tema portante del Villaggio della Salute dove dal 7 al 9 ottobre, sempre al Circo Massimo, la Komen Italia in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma e la Regione Lazio offrirà gratuitamente a donne che vivono in condizioni di disagio sociale ed economico esami gratuiti per la diagnosi precoce dei principali tumori femminili, oltreché tamponi e vaccini anti-Covid. Grazie alla collaborazione del Coni e di diverse Federazioni sportive al Villaggio della Salute sarà possibile anche svolgere lezioni di sport, fitness e sana alimentazione, mentre per i piccoli sostenitori della Race e le loro mamme sarà organizzato uno speciale meet&greet con le Winx che sveleranno le loro magiche regole sui corretti stili di vita e distribuiranno regali.

Quest’anno il Villaggio della Salute ospiterà anche il beauty truck VeraLab dell’Estetista Cinica, Cristina Fogazzi, per promuovere i valori della Race for the Cure parlando alle migliaia di donne che la seguono sui social e incontrandole al Circo Massimo. Si uniranno moltissimi volti noti della cultura, dello sport, del giornalismo e dello spettacolo che per tutto il mese di ottobre indosseranno l’iconico Ribbon Rosa e, nella puntata del 14 ottobre, Emma Marrone a X Factor coinvolgerà gli altri giudici e Sky in un appello a sostegno delle attività di Komen Italia. Sempre per contribuire attivamente a colmare i ritardi che la pandemia ha determinato negli screening oncologici, nel mese di ottobre la Komen Italia rafforzerà le attività della Carovana della Prevenzione, il Programma Nazionale Itinerante di Protezione della Salute Femminile che la Komen Italia svolge da anni in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma.

Nei primi 9 mesi di quest’anno, grazie al generoso sostegno di Procter & Gamble, Autostrade, McArthurGlenn e altri partner, le 4 Unità Mobili della Carovana della Prevenzione hanno già svolto 77 Giornate di Promozione della salute femminile, offrendo gratuitamente oltre 5.550 esami diagnostici a 3.600 donne nei territori e nelle comunità con maggiori difficoltà. In occasione della Conferenza stampa verrà siglato un importante accordo con FASDA/Unisalute per lo svolgimento di 15 ulteriori Giornate di prevenzione a favore di donne in stato di bisogno in 6 regioni del Centro-Sud Italia.

“L’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 ha travolto, soprattutto nelle prime due ondate, il nostro Servizio Sanitario Nazionale e ha provocato la riduzione dell’attività di prevenzione con conseguente diagnosi tardive e casi più gravi. Per tale motivo la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs aderisce ancora una volta con particolare impegno a questo articolato progetto di prevenzione per il saldo legame che ha dalla sua fondazione con Komen Italia con cui condivide la massima cura per la tutela della salute delle donne.”

“Tale sensibilità- sostiene Marco Elefanti, direttore generale Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs- è testimoniata dal rinnovato riconoscimento del Gemelli con i tre bollini rosa ricevuti da Onda, l’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna, sulla base di una scala da uno a tre, quale ospedale a misura di donna.”

“Altro elemento di condivisione con Komen Italia è l’apertura dell’ospedale al territorio con la presenza delle nostre qualificate equipe mediche vicine alla popolazione femminile, in particolare alle persone più fragili e disagiate presenti su tutto il territorio nazionale che vengono così intercettate, dando risposte ai loro bisogni di salute.”

“Infine, come protagonisti dell’attività di ricerca clinica che si sviluppa anche con la Race for the Cure, posso dire che questa iniziativa è cruciale e ha consentito oltre che a sviluppare un miglior livello assistenziale, anche la realizzazione di percorsi di ricerca. Infine presso il nostro Policlinico trovano accoglienza e cure un numero elevato di donne malate di tumore intercettate durante il percorso di prevenzione della Carovana”.

“Solo con una grande unione di forze si può sperare di colmare i ritardi che la pandemia ha creato in campo oncologico. La Race, il Villaggio della Salute, la Carovana della Prevenzione sono piccoli esempi dei grandi risultati che si possono raggiungere lavorando insieme’ afferma Riccardo Masetti, presidente di Komen Italia e direttore del Centro Integrato di Senologia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma- A nome del Consiglio Direttivo della Komen Italia desidero esprimere il mio più sentito ringraziamento alle Istituzioni, ai partner, ai volontari e alle tante Donne in Rosa che affiancano la Komen Italia nel suo impegno quotidiano a tutela della salute delle donne’.

E sempre insieme al Ministero della Cultura, in occasione della Conferenza stampa, viene svelata la nuova protagonista della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi ‘La Prevenzione è il nostro Capolavoro’: dopo la Venere concessa dalle Gallerie degli Uffizi, quest’anno portatrice del messaggio di prevenzione è la Fornarina di Raffaello, che tra l’altro chi si iscrive alla Race può visitare gratuitamente alle Gallerie Nazionali d’Arte Antica a Palazzo Barberini.

Per aderire alla Campagna sarà sufficiente effettuare una piccola donazione consultando il sito www.prevenzione.komen.it che darà la possibilità di accedere gratuitamente, per tutto il mese di ottobre, a ulteriori musei in tutta Italia indossando il Ribbon Rosa. Arte e salute saranno anche il trait d’union della rinnovata collaborazione tra Komen Italia e Arthemisia, azienda italiana leader nella produzione e organizzazione di mostre d’arte a livello nazionale e internazionale, a partire dalla mostra “Boldini. Lo sguardo dell’anima”, che aprirà a Palazzo Albergati di Bologna il prossimo 29 ottobre, una parte del ricavato dalla vendita dei biglietti verrà destinata a favore delle attività di Komen Italia.

La presentazione dei programmi organizzati dalla Komen Italia per il mese della prevenzione sarà l’occasione per estendere un sentito ringraziamento al Gruppo Sportivo Bancari Romani GSB RUN, organizzatore tecnico della Race, ai media e a tutti coloro che ci aiutano a diffondere i valori della Race for the Cure e che sosterranno la promozione dell’evento e la raccolta fondi: Agenzia Dire, Il Messaggero, Leggo, La7, Rai, Sky, le radio e tv locali fra cui Gold Tv, Lazio Tv e TRM; Scii, Waymedia, Luiss Guido Carli. L’elenco completo delle attività è consultabile al sito www.komen.it.