RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il segreto del torrione: Capitale al centro di un thriller fantapolitico

Più informazioni su

Roma  – «Nelle viscere di Santa Maria in Trastevere si nasconde un oscuro segreto. Il capo della procura, Massimo Pocuzzi e il capitano dei Carabinieri Fulvia Nello, scendono nel ventre antico della città eterna dove scoprono un corpo incatenato. È morto e sulla roccia è inciso un messaggio…»

È un thriller fantapolitico ambientato nella Roma dei giorni d’oggi Il segreto del torrione, il terzo romanzo di Alessandro da Soller edito dalla casa editrice B&Bop, dopo Anima Semiseria e Pene di un professionista.

Il romanzo coinvolge il lettore in una indagine che svela segreti inconfessabili, sullo sfondo della Capitale. Il capitano dei Carabinieri Fulvia Nello e l’ex Colonnello Moschin Marco Denni trovano uno scheletro umano in una chiesa mitraica sotto la basilica di Santa Maria in Trastevere: il procuratore capo Massimo Pocuzzi conduce un’indagine dai risvolti imprevedibili caratterizzati da un crescendo di retroscena legati a servizi segreti internazionali, Mafia e Vaticano, con agganci a casi che hanno segnato indelebilmente la storia italiana e che presentano ancora “zone grigie”, come il più famoso omicidio di Roma. La squadra capitanata da Pocuzzi si ritrova di fronte a uno dei drammi più neri e violenti nella storia del nostro Paese e del piccolo Stato che si annida sulle rive di Trastevere.

Una storia romanzata che potrebbe essere accaduta veramente. “Nel romanzo, per la scelta dei singoli personaggi mi sono ispirato ad alcuni miei amici che rivestono cariche professionali: magistrati, medico legale, capitano dei carabinieri, una criminologa – spiega l’autore. È quindi una storia che lega esperienze di vita vissuta con la mia voglia di raccontare, perché ognuno di noi ha uno o più ricordi che lo hanno segnato, in special modo quelle esperienze che sono state tragiche, forti, dure”.

Più informazioni su