Quantcast

In catamarano sul Tevere, ecco l’idea di due architetti

Più informazioni su

Roma – Tevere navigabile. In campo non c’è solo il progetto del ministero dei Trasporti e della Città Metropolitana di Roma, in stato avanzato e per il quale è stato chiesto un finanziamento da 300 milioni, ma anche la suggestiva ipotesi di utilizzare catamarani “tra l’isola Tiberina e Ponte Milvio”.

Se n’è discusso, questa mattina, alla commissione Mobilità del Comune di Roma dove sono intervenuti i due ideatori del progetto, gli architetti Paolo Carlo D’Alatri e Fabrizio Venditti. Al momento si tratta solo di una proposta, secondo quanto ricostruito dall’agenzia Dire. Per gli stessi progettisti il progetto “è alla ricerca di un ente proponente”.

Quello che è stato presentato oggi, quindi, è solo una suggestione alla ricerca di un finanziamento. L’idea, ha aggiunto D’Alatri, è quella di “mettere in acqua catamarani elettrici e panoramici, come quelli che si vedono a Parigi in integrazione con le linee di trasporto esistenti, per trasportare turisti e cittadini”. Al momento sono poche le stime trasportistiche, ma se ne riparlerà in futuro.

“La navigabilità del Tevere su battelli elettrici è un tema che esiste- ha chiarito il presidente della commissione Mobilità, Enrico Stefano- e va approfondito”.

Più informazioni su