RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Judy Dench è Philomena

Più informazioni su

Philomena

Philomena

Philomena è la storia di una donna che negli anni ’50 vide togliersi un figlio dalle suore del convento di Roscrea, in Irlanda. Dopo tanti anni ed una figlia, Philomena Lee (Judy Dench) decide di mettersi alla ricerca di quel bambino del quale le è rimasta solo una foto ed un nome, Anthony, e dei ricordi che sono un insieme di aspettativa e sofferenza.

Grazie all’aiuto del giornalista Martin Sixsmith (Steve Coogan), intraprenderà un viaggio negli Stati Uniti alla ricerca di Anthony.

Tratto da una storia realmente accaduta, e con la sapiente regia di Stephen Frears, Philomena racconta il dramma di una donna incapace di provare sentimenti di odio o di rabbia, che è stata privata ingiustamente dell’amore del proprio figlio e che, nonostante tutto, conserva nell’animo sentimenti di bontà e perdono.

Nonostante la drammaticità del tema, il film riesce a trovare il giusto equilibrio tra la dolore ed ironia, e ciò è merito soprattutto di Steve Coogan. Cresciuto in una famiglia cattolico-irlandese, il comico televisivo britannico ha creduto sino in fondo nel progetto, come conferma il triplice ruolo di attore, co-sceneggiatore e produttore della pellicola.

Judi Dench è assolutamente perfetta nel ruolo della donna dagli occhi colmi di sofferenza, pronta a raccontare al pubblico le sue pagine di vita vissuta sull’orlo dell’ingiustizia.

E, alla fine, anche grazie al merito della Dench, è proprio l’immagine di questa donna a innalzare i cuori, una donna dolce ma d’acciaio, che nonostante il grande dolore per non aver potuto conoscere ed amare il proprio figlio, non ha chiuso il suo cuore all’amore ed al perdono.

Stephen Frears rende giustizia a Philomena e riesce a realizzare un film commovente con notevoli spunti di riflessione sulla fede e sulle istituzioni religiose.

Da vedere.

Più informazioni su