RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La mostra The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains il 2 febbraio fino alle 23:00

Più informazioni su

Retrospettiva epocale a 50 anni dalla nascita di uno dei gruppi musicali più innovativi e influenti della storia, arriva a Roma, acclamata dalla critica e in esclusiva per l’Italia, la mostra The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains.

L’esposizione – promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale – al MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma di via Nizza dal 19 gennaio al 1 luglio 2018, sarà la prima ospitata dal museo con la nuova gestione dell’Azienda Speciale Palaexpo. Dopo l’enorme successo del debutto di qualche mese fa al Victoria and Albert Museum di Londra, che ha visto la partecipazione di più di 400.000 persone, la mostra, prodotta e promossa a livello globale da Michael Cohl, della Concert Productions International B.V., si sposta a Roma per la prima tappa internazionale e sarà visitata per la prima volta in assoluto da Roger Waters.

Ideata da Storm Thorgerson e sviluppata da Aubrey ‘Po’ Powell di Hipgnosis, che ha lavorato in stretta collaborazione con Nick Mason (consulente della mostra per conto dei Pink Floyd) The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains è un viaggio audiovisivo nei 50 anni di carriera di uno dei più leggendari gruppi rock di sempre e offre una visione inedita ed esclusiva del mondo dei Pink Floyd. Esposti in mostra oltre 350 oggetti, mai visti prima, che rappresentano i diversi momenti della storia del gruppo, a partire dalla gigantesca ricostruzione del furgone Bedford che usavano per i tour a metà degli anni sessanta.

Il colossale allestimento del Victoria and Albert Museum di Londra, descritto dai quotidiani inglesi come “impressionante”, “un’autentica festa per i sensi” e “quasi altrettanto emozionante che ascoltare i Pink Floyd dal vivo”, è stato il più visitato di sempre nel suo genere. In esclusiva per l’Italia il MACRO ospiterà l’esposizione e lo stesso Mason ricorda che – a meno di 1 km di distanza – proprio al Piper ebbe luogo uno dei primi concerti dei Pink Floyd in Italia nell’aprile del 1968.

La mostra racconta quale fu il ruolo della band nel cruciale passaggio culturale dagli anni sessanta in poi. Grazie al suo approccio sperimentale – che rese il gruppo inglese esponente di spicco del movimento psichedelico che cambiò per sempre l’idea della musica in quegli anni – la band venne riconosciuta come uno dei fenomeni più importanti della scena musicale contemporanea.

I Pink Floyd hanno prodotto alcune delle immagini più leggendarie della cultura pop: dalle mucche al prisma di The Dark Side of the Moon, fino al maiale rosa sopra la Battersea Power Station e ai “Marching Hammers”. La loro personale visione del mondo si è realizzata grazie a creativi come il moderno surrealista e collaboratore di lunga data Storm Thorgerson, l’illustratore satirico Gerald Scarfe e il pioniere dell’illuminazione psichedelica Peter Wynne-Wilson.

Il percorso espositivo che guida il visitatore seguendo un ordine cronologico, è sempre accompagnato dalla musica e dalle voci dei membri passati e presenti dei Pink Floyd, tra cui Syd Barrett, Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason e David Gilmour. Il momento culminante è la Performance Zone, in cui i visitatori entrano in uno spazio audiovisivo immersivo, che comprende la ricreazione dell’ultimo concerto dei quattro membri della band al Live 8 del 2005 con Comfortably Numb, appositamente mixata con l’avanguardistica tecnologia audio AMBEO 3D della Sennheiser, oltre al video, in esclusiva per Roma, di One Of These Days, tratto dalla storica esibizione del gruppo a Pompei.

“La reazione dei fan alla mostra è stata persino più calorosa del previsto. Sono due ore di musica, energia ed emozione in puro stile Pink Floyd” commenta Michael Cohl della Concert Productions International B.V.

The Pink Floyd Exhibition è prodotta e organizzata dalla Concert Productions International B.V. di Michael Cohl, da Azienda Speciale Palaexpo, Mondo Mostre e da Live Nation. È curata dal direttore creativo dei Pink Floyd, Aubrey ‘Po’ Powell (dello studio grafico Hipgnosis) e da Paula Webb Stainton, che ha lavorato a stretto contatto con membri del gruppo tra cui Nick Mason (consulente per i Pink Floyd), con il contributo di Victoria Broackes del Victoria and Albert Museum. La mostra è in collaborazione con lo studio Stufish, uno dei maggiori studi di architetti d’intrattenimento e progettisti di lunga data dei palchi della band, e con gli interpretativi exhibition designer di Real Studios.

Il libro ufficiale per i 50 anni della band è edito da Skira ed è disponibile nelle librerie.

INFORMAZIONI:

·         I biglietti si possono acquistare online su Vivaticket.it, nei punti vendita Vivaticket e per telefono al numero +39. 02.92897777.

·         Ingresso a 18 euro per gli adulti, convenzioni disponibili. Si consiglia di prenotare in anticipo.

·         www.pinkfloydexhibition.com | www.museomacro.it | #TheirMortalRemains

MACRO

Il MACRO di via Nizza si trova nel quartiere romano Salario-Nomentano e occupa parte del complesso che fino al 1971 la Società Birra Peroni  impiegò per le sue attività di produzione. La struttura fu realizzata da Gustavo Giovannoni e rappresenta un raro esempio in città di archeologia industriale. Cessate le attività del Birrificio, nel 1974 la Società elaborò insieme al Comune di Roma un piano di recupero con inclusa la cessione, avvenuta nel 1982, di una sua parte al Comune stesso per la realizzazione di servizi pubblici di quartiere. In seguito ai lavori di recupero del complesso, svoltisi tra il 1995 e il 1999, sia le superfici espositive che i depositi delle collezioni si rivelarono totalmente insufficienti. Un concorso di progettazione, indetto nel 2000, rispose non solo a queste necessità ma anche a quelle di ridefinire l’immagine e il funzionamento dell’intero complesso, con nuovi spazi rispondenti all’eterogeneità della produzione artistica contemporanea, nell’ambito di un sistema di relazioni e connessioni con gli spazi già esistenti nonché con lo spazio urbano circostante.

L’intervento di Odile Decq, l’architetto francese vincitore del concorso, ha conferito al Museo un sistema dinamico di articolazioni e collegamenti molteplici. I grandi spazi quali le sale espositive (che occupano una superficie complessiva di 4350 mq), il foyer, l’auditorium e la terrazza (o giardino panoramico) sono collegati da scalinate, ascensori, ballatoi e passaggi che, oltre a offrire prospettive tangenziali e punti di vista sequenziali, rendono l’esperienza dell’architettura del Museo dinamica, attraente, sempre nuova e diversa.

Azienda Speciale Palaexpo

L’Azienda Speciale Palaexpo è un ente strumentale della città di Roma. Si propone oggi come uno dei più importanti organizzatori di Arte e Cultura in Italia e gestisce il Palazzo delle Esposizioni, il Macro e il Mattatoio per conto di Roma Capitale. L’Azienda rappresenta il primo caso in Italia di ente produttore di servizi culturali integrati (dalle mostre d’arte alle rassegne cinematografiche, dal teatro alla fotografia, dalla musica alla presentazione di libri e ospitalità di eventi), in grado di raggiungere un pubblico numeroso e attento e si colloca, per visibilità e riconoscibilità, in Italia e all’estero, in posizione di eccellenza. Dal 2018 l’Azienda Speciale Palaexpo riparte con un nuovo ruolo e un nuovo impegno diventando il perno del nascente Polo del Contemporaneo e del Futuro – progetto promosso dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale – che contribuirà con altre istituzioni comunali e nazionali al riposizionamento di Roma come capitale della vita culturale contemporanea.

Concert Productions International B.V

La Concert Productions International B.V diretta da Michael Cohl, è una società che si occupa della produzione e promozione a tutto tondo degli spettacoli dal vivo. È specializzata nello sviluppo di mostre itineranti di alto calibro, tour musicali di grande impatto, intrattenimento per famiglie e teatro. Al momento sta producendo Bat Out of Hell: The Musical, che ha da poco debuttato a Toronto dopo il successo dell’esordio al l West End di Londra. La compagnia sta lavorando allo spettacolo di ultima generazione Transformers Live,che esordirà in Cina nel 2019. Altre produzioni recenti della Concert Productions International B.V comprendono An Evening with Oprah Winfrey, il tour americano di “Rattle That Lock” di David Gilmour, il tour nordamericano di Barbra Streisand, An Evening with Al Pacino, e Jurassic World: The Exhibition.

MondoMostre

MondoMostre inizia la propria attività nel 1999 con Leonardo Mondadori, per il quale organizza la mostra “I cento capolavori dell’Ermitage”, inaugurando le Scuderie Papali al Quirinale.

Nel corso della sua attività, MondoMostre ha sviluppato una esperienza unica in Italia nella progettazione e realizzazione di grandi eventi culturali, collaborando con alcune delle più importanti istituzioni a livello mondiale: dall’Ermitage di San Pietroburgo alla National Gallery di Londra, dal Metropolitan di New York alla Gemäldegalerie di Berlino, dal Prado di Madrid alla Galleria Borghese, agli Uffizi. MondoMostre è oggi un partner privilegiato delle più importanti istituzioni nazionali, vantando una rete di collaborazioni consolidate con Palazzo Reale a Milano, con le Scuderie Papali, la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, il Palazzo del Quirinale a Roma. Per queste sedi MondoMostre fornisce sia il full service di finanziamento, organizzazione e promozione dell’evento, sia una serie di servizi quali biglietteria, comunicazione, promozione, creazione di serate speciali e ricerca sponsor.

MondoMostre ha maturato negli anni una professionalità unica nel marketing dei beni culturali, costruendo per le imprese progetti di comunicazione e di relationship management, affiancando le strategie interne dei propri clienti con le opportunità offerte nel settore dell’ arte.

Live Nation

Live Nation Italia è la principale agenzia di organizzazione di eventi e concerti nel nostro Paese. E’ parte di Live Nation Entertainment, l’azienda più grande del mondo nell’organizzazione di spettacoli dal vivo ed e-commerce, composta da quattro società leader di mercato: Ticketmaster.com, Live Nation Concerts, Front Line Management Group e Live Nation Network. Produce più di 28,000 spettacoli all’anno per oltre 3,200 artisti a livello mondiale, e oltre 120 festival in oltre 40 paesi, raggiungendo 200 milioni di consumatori ogni anno, attraverso gli eventi musicali e le piattaforme digitali di Live Nation.

Hipgnosis

Nel 1967 Aubrey ‘Po’ Powell e Storm Thorgerson furono contattati dai loro amici nei Pink Floyd con la richiesta di disegnare la copertina del secondo album del gruppo, A Saucerful of Secrets. Questo portò a una serie di commissioni da altri gruppi, tra cui i Free e i Tyrannosaurus Rex. Il nome Hipgnosis è nato in modo casuale. Powell eThorgerson stavano cercando un nome peril loro studio appena nato: all’epoca condividevano l’appartamento con Syd Barrett dei Pink Floyd e per caso Syd aveva scarabocchiato con una penna a sfera la parola HIPGNOSIS sulla porta. Nei successivi quindici anni lo studio Hipgnosis si è guadagnato una fama internazionale. La celebre copertina diThe Dark Side of the Moon ha incoraggiato altri storici gruppi rock a entrare nel mondo surreale di Po e Storm, e così è nata la grafica per dischi dei Led Zeppelin, di Paul McCartney, dei Black Sabbathe tanti altri.

Paula WebbStainton

Paula Webb Stainton è un’organizzatrice di eventi e mostre internazionali di alto profilo. Tra i clienti della sua società, la Roebuck Webb Ltd, figurano la McLaren Formula One, Ralph Lauren, e naturalmente i Pink Floyd. La carriera più che trentennale di Paula, che è nata a Dublino, è iniziata come client manager e producer in agenzie pubblicitarie in Irlanda, a Londra e a New York, ed è poi proseguita con la gestione dell’azienda Ten Tenths del batterista dei Pink Floyd,Nick Mason, che affitta veicoli per pubblicità e servizi fotografici, oltre all’organizzazione dei tour dei Pink Floyd a metà degli anni ottanta. The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains,che Paula ha curato insieme a Aubrey ‘Po’ Powell, è la seconda mostra di Paula sul tema. Insieme a Storm Thorgerson, nel 2003Paula ha co-curato la mostra Interstellar dei Pink Floyd alla Cité de La Musique di Parigi, la più visitata nella storia dell’istituzione.

Stufish

Stufish Entertainment Architects:

Lo studio di architettura per l’intrattenimento fondato da Mark Fisher ha ridefinito l’esperienza dell’ intrattenimento dal vivo. In quanto Architetti dell’Intrattenimento si occupano di ogni singolo elemento, dalla progettazione della struttura e del palco all’ideazione e produzione dello spettacolo. Nel portfolio di Stufish figurano i tour di Pink Floyd, Rolling Stones, U2, Madonna, Lady Gaga, Michael Bublé e One Direction. Tra i lavori teatrali, Monty Python Live (mostly), We Will Rock Youeil Cirque du Soleil a Las Vegas oltre alla produzione autonoma Soho che ha debuttato nel maggio del 2017 al Peacock Theatre di Londra. Tra gli altri lavori ci sono i concerti del Giubileo a Buckingham Palace per la Regina d’Inghilterra e le cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi di Pechinonel 2008. Tra i progetti permanenti disegnati dallo studio ci sono il KÀ Theatreall’MGM Granddi Las Vegas, e i premiatissimi Han Show Theatre, Wanda Movie Park e Dai Show Theatre in Cina, realizzati per il Dalian Wanda Group.

Sennheiser

La Sennheiser è una delle più grandi aziende al mondo nel campo della produzione diauricolari, microfoni e sistemi audio wireless. Tra i suoi prodotti ci sono il set delle migliori cuffie del mondo, il modello HE 1, successore del leggendario Orpheus. La Sennheiser, che ha sede a Wedemark, in Germania, gestisce impianti di produzione in Germania, Irlanda e Stati Uniti, ed è attiva in più di 50 paesi attraverso 19 filiali e partner commerciali di lunga data. Nel 2016la società, a conduzione familiare, ha lanciato AMBEO 3D Audio, nome che racchiude i prodotti e le installazioni audio in 3D dell’azienda. AMBEO promette il meglio nella registrazione e riproduzione immersivadei suoni– e un’esperienza di ascolto mai vista prima.

sennheiser.com| Facebook: Sennheiser | Twitter: sennheiser_uk | Instagram: Sennheiser

pinkfloyd.com

facebook.com/pinkfloyd

youtube.com/pinkfloyd

twitter.com/pinkfloyd

instagram.com/pinkfloyd

Più informazioni su