RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La selecta tropical house di Elisa Bee accende la notte di Any Given Monday edizione Deluxe

Più informazioni su

Elisa Bee

Elisa Bee

Protagonista del lunedì deluxe di Any Given Monday, sarà la frizzante dj di origine sarda Elisa Bee.  Studio e radio producer, ma soprattutto dj, nel 2009 Elisa si trasferisce in pianta stabile a Milano; i primi con i quali collabora sono i ragazzi del Giant Bass. Si trova così a suonare al fianco a big come Drop The Lime e Buraka Som Sistema, durante festival come Magnolia Parade e manifestazioni enormi come il Primo Maggio a Milano.

Da qui prende il via una lunga serie di dj set in giro per l’Italia, al fianco di artisti come Steve Aoki, Toddla T, The Bloody Beetroots, Etienne De Crecy, Crookers, Bart B More. Nel 2011 approda n radio, precisamente su Radio 2 Rai, come producer del programma Babylon. La prima produzione di Elisa vede la luce nel Febbraio 2012: si tratta del suo “Crazy Sisters” Bootleg del pezzo “Dry Tool” di His Majesty Andre. Suonato da big come A-Trak e Laidback Luke, supportato da Annie Mac su BBC Radio1, in pochissimo tempo il bootleg ha fatto il giro del mondo raccogliendo feedback positivi da innumerevoli dj.

Quest’anno ha pubblicato il suo ep “Found&Lost” in free download via Red Bull Italia: due tracce da club e la collaborazione con la rapper svedese Gnučči. Le influenze di Elisa sono molteplici, emerge in modo piuttosto deciso una commistione tra il mondo ritmico di provenienza africana e più in generale tropical, una spiccata attitudine rave, ma, anche UK garage e house.

La serata comprende anche i dj set dei resident Stacey Malibù, Esox, Mokai e Discount. Vj Set a cura di Romeo Rodeo e Miyagi. Market area e expo art. Sullo stage Roxanne, dj set set a cura di , Joe Dominguez & London Pride, Romeo Rodeo & LL e Hill’s Family.

Lunedì 15 settembre

ore 22.30

Any Given Monday presso Bosco delle Fragole

Piazzale dello Stadio Olimpico, 8 – Roma

Infoline 3288640362

Ingresso Euro 8 (con drink compreso fino all’1)

Più informazioni su