RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Le “Prime donne” della lirica al Palladium dal 10 dicembre al 25 marzo

Più informazioni su

In collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma

Lunedì 10 dicembre – ore 20,30: Svetlana Kasyan e Marco Forgione al piano

Lunedì 21 gennaio – ore 20,30: Claudia Pavone e Marco Forgione al piano

Lunedì 11 febbraio – ore 20,30: Valentina Varriale e Antonio Maria Pergolizzi al piano

Lunedì 25 marzo – ore 20,30: Mariangela Sicilia e Antonio Maria Pergolizzi al piano

Dopo il successo dello scorso anno torna dal 10 dicembre al 25 marzo la rassegna di concerti lirici “Prime donne”,realizzata dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma. Quattro appuntamenti con la grande lirica che vedranno alternarsi ogni mese soprani d’eccezione: Svetlana Kasyan il 10 dicembre; Claudia Pavone il 21 gennaio; Valentina Varriale l’11 febbraio e Mariangela Sicilia il 25 marzo.

A dare il via alla rassegna lunedì 10 dicembre il soprano russo più conteso in Italia, spesso paragonato a Maria Callas: la giovane Svetlana Kasyan, che il 7 dicembre sarà sul palco del Teatro Costanzi nella Tosca di Puccini.

Accompagnata al pianoforte da Marco Forgione, eseguirà un programma variegato con un repertorio che va da Catalany e Rachmaninov, fino ad arrivare a Puccini e Tchaikovsky.

Dopo gli studi musicali compiuti presso il Conservatorio Statale di Mosca, Svetlana Kasyan entra nello Young Artists Program del Teatro Bol’šoj. I più recenti impegni la vedono interprete di Manon Lescaut al Teatro Regio di Torino, di Attila al Teatro Comunale di Modena, di Tosca al Theater St Gallen, di Madama Butterfly e Tosca al Teatro La Fenice di Venezia, del Don Carlo al Teatro Regio di Torino con la direzione del Maestro Gianandrea Noseda e registrato dalla RAI, di Un ballo in maschera alla Dorset Opera, ancora di Tosca al Bol’šoj di Mosca, all’Ekaterinburg Opera Theatre e nuovamente al Theater St Gallen. Si è esibita presso il Latvian National Opera, al Teatro Petruzzelli di Bari, Ningbo Concert Hall in Cina, Tchaikovsky Concert Hall di Mosca, nei Teatri d’Opera di Ekaterinburg e Krasnoyarsk, al Conservatorio di Mosca, al Sion Festival in Svizzera e al Festival Internazionale d’Opera in Ungheria.

Lunedì 21 gennaio è la volta di Claudia Pavone, tra i più promettenti giovani soprani nel panorama lirico italiano, accompagnata al pianoforte da Marco Forgione. Ha già avuto modo di calcare il palco di alcuni fra i più importanti teatri italiani, collaborando fra gli altri con il maestro Riccardo Muti che nel 2015 la sceglie come allieva effettiva della “Riccardo Muti Italian Opera Academy” per lo studio del ruolo di Violetta.

Al Palladium esegue il programma “La notte e la luna”: un omaggio al mondo notturno che la vedrà interpretare – tra le diverse composizioni – La Luna di Mascagni, Die Nacht di Strauss, Nacht di Schubert e Vaga luna di Bellini.

Tra i suoi impegni recenti: La traviata al Teatro La Fenice di Venezia, al Teatro Verdi di Trieste e al Teatro San Carlo di Napoli; Norma (Adalgisa) all’Opéra de Rennes; La traviata all’Opera di Roma e al Teatro Bellini di Catania; Rigoletto (Gilda, debutto nel ruolo) con Opera Lombardia; La traviata all’Opera di Firenze e a La Fenice di Venezia con la direzione di Diego Matheuz; Carmen (Frasquita) a La Fenice di Venezia con la direzione di Myung-Whun Chung. Fino al 18 dicembre è tra gli interpreti di Rigoletto e dal 12 al 26 gennaio de La Traviata all’Opera di Roma.

Lunedì 11 febbraio scalderà il pubblico del Palladium il timbro morbido di Valentina Varriale, accompagnata al pianoforte da Antonio Maria Pergolizzi. Classe 1981, protagonista su palcoscenici nazionali ed internazionali, recentemente amplia il suo repertorio dedicandosi anche alla liederistica e alla lirica.
Presenta: “Promenade amourouse”, ovvero una “passeggiata romantica” tra i più noti compositori francesi: Claude Debussy, Georges Bizet, Joseph Maurice Ravel.

Il Maestro Nicola Piovani, premio Oscar per la colonna sonora del film “La vita è bella”, l’ha scelta per il suo “Padre Cicogna”, presentato al teatro Petruzzelli di Bari e trasmesso in diverse occasioni sulle reti RAI nell’anno 2013/2014 e per “La vita nova” su testo di Dante eseguito a Pisa e al Teatro Coliseo di Buenos Aires nel 2018. Timbro morbido e eleganza di fraseggio le hanno permesso di essere notata dalla celebre Raina Kabaivanska che l’ha voluta per partecipare come allieva alla sua accademia di alto perfezionamento presso l’istituto Vecchi Tonelli di Modena.

Nel 2016 ha partecipato al FABBRICA YAP lo Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma debuttando in ruoli quali Madama Cortese nel Viaggio a Reims, Anna nel Nabucco, Lisa nella Sonnambula, Contessa nelle Nozze di Figaro e Violetta nella Traviata.

Amore e disamore, impeto e passione: sono questi gli elementi che animano il canto appassionato di Mariangela Sicilia e i versi tellurici di Daniel Cundari con il piano di Antonio Maria Pergolizzi al Palladium lunedì 25 marzo. Le voci di un soprano e di un poeta che si alternano e si fondono in un’emozionante sfida alla parola. Un viaggio ideale nel misterioso ed intrigante mondo della donna, attraverso gli umori e le atmosfere che da sempre contraddistinguono l’esistenza umana.

Dai grandi classici della letteratura, fonte d’ispirazione di grandi compositori, ai testi inediti della contemporaneità, “Nemici intimi” è una narrazione di contrasti, sempre in bilico tra il dubbio e la certezza della vita, che spazia traVincenzo Bellini, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e Charles Gounod.
Premio Operalia 2014, Mariangela Sicilia canta regolarmente nei teatri di tutto il mondo: San Carlo di Napoli, Comunale di Bologna, Opera di Roma, Massimo di Palermo, Regio di Torino, Rossini Opera Festival di Pesaro, Opéra di Parigi, Dutch National Opera di Amsterdam, Teatro Real di Madrid, Royal Opera House di Muscat, Sydney Opera House, Opéra di Montecarlo, Festival di Salisburgo. Lavora con i più prestigiosi direttori d’orchestra internazionali: Leonardo Garcia Alarcon, Marc Albrecht, Sir Mark Elder, Asher Fish, Francesco Lanzillotta, Stefano Montanari, Michele Mariotti, Renato Palumbo, Daniel Oren, Alberto Zedda. E con registi tra i quali Graham Vick, Damiano Michieletto, Jonathan Miller, David Mc Vicar, Terry Gilliam.

 

Svetlana Kasyan – Programma

S. Rachmaninov, “Io ti aspetto” (Ya jdu tebya)

R. Wagner, “Schmerzen”

S. Rachmaninov, “Sogno” (Son)

 

G. Puccini, “Sole e amore”

P.I. Tchaikovsky, “Giorno da vedere” (Den’ li zarit)

A. Dvorak, “Gipsy Song”

S. Rachmaninov, “Non cantare, bella” (Ne poi Krasaviza pri mne)

 

R. Strauss “Zueignung”

A. Catalani, “Ebben n’andrò lontano”, da “La Wally”

G. Puccini, “O mio babbino caro”, da “Gianni Schicchi”

P.I. Tchaikovsky, aria di Kuma (Gde je ty, moi jeIanny), da “L’incantatrice”

G. Puccini, “In quelle trine morbide”, da “Manon Lescaut”

Claudia Pavone – Programma “La notte e la luna”

 

Faurè, “Apres un reve”

 

Mascagni, “La luna”

 

Rachmaninov, “Di notte nel mio giardino”

 

Debussy, “Clair de lune”

Strauss, “Die Nacht”

Schubert, “Nacht”

Berg da Sieben Frühe, “Nacht”

Bellini, “Vaga luna”

Donizetti, “A mezzanotte”

Rusalka Dvorak, “Inno alla luna”

Bellini, “Casta diva”

Valentina Varriale – Programma “Promenade amourouse”

C. Debussy, “Mandoline”

“Romance – Les cloches”

 

“Le jet d ‘Eau”

“Fantoche”

G. Bizet, “La coccinelle”

“J’aime l’amour”

“Chanson espagnole”

C. Chaminade: “La lune paresseuse”

R. Hahn: “A Chloris”

“L’enamouree”

“L’heure exquise”

J. M. Ravel: “Vocalise en forma de habanera”

G. Faure: “Les berceaux”

Bis. E Chabrier, “Romance de l’etoile”

 

Mariangela Sicilia e i versi tellurici di Daniel Cundari – Programma “Nemici Intimi”

Canto e Disincanto tra Musica e Poesia

 

AMORE

 

V. Bellini da “Capuleti e Montecchi” – Oh quante volte, o quante

 

VELENO

 

C. Gounod “Romeo et Juliette” – Amour, ranime mon courage

 

PASSIONE

 

G. Verdi “La Traviata”: Scena della lettera + Amami Alfredo

 

DISINCANTO

 

G. Verdi “La Traviata” Lettura telegramma di G. Germont + Addio del passato

 

SPERANZE

 

G. Puccini “La Rondine”- Ch’il bel sogno di Doretta

 

VERSUS

IMPROVVISAZIONE SU Vocalizzo op. 34 di Rachmaninoff

 

BIGLIETTERIA PALLADIUM
Prenotazioni via e-mail: biglietteria.palladium@ uniroma3.it; prevendite www. liveticket.it/TeatroPalladium
Durante gli orari di apertura del botteghino (aperto due ore prima dello spettacolo), attivo il numero: 0657332768
Info line per prenotazioni cell 350 011 9692 (attivo tutti i giorni, 11:00-13:00 / 16:00 – 20:00)

INFO

Teatro Palladium
piazza Bartolomeo Romano, 8 – Roma – Tel: 06 5733 2772
http://teatropalladium. uniroma3.it/ – teatro@uniroma3.it – https://www.facebook.com/ teatropalladium/

 

Più informazioni su