RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Neri Marcorè al Teatro Il Sistina

Più informazioni su

Neri Marcorè, “ il più amato dagli italiani”. Così lo definisce Edoardo De Angelis, che oltre a condividere con lui una fondata amicizia, è anche testimone e complice della passione che l’artista marchigiano coltiva, come fuoco sotto la cenere: la musica. Chi ha avuto la fortuna di assistere a una delle molte repliche del teatrale che Marcorè ha dedicato a Gaber, ha potuto constatare con quale voluttuosa professionalità il protagonista non solo cantasse, ma anche impugnasse con proprietà la chitarra. Il sogno diventa realtà: Neri Marcorè è finalmente protagonista di un concerto tutto suo, a capo di una affiatatissima band che lo sostiene con ritmiche e sonorità acustiche, e accompagnato da una orchestra d’archi. LE MIE CANZONI ALTRUI è il titolo di questo evento speciale, di questa novità assoluta, che Neri offre, a Roma, in esclusiva al pubblico del Sistina. In quasi due ore di musica e parole, Neri interpreta con amorevole cura, e visibile diletto, alcune canzoni composte dai suoi amati cantautori: Vinicio Capossela, Lucio Dalla, Fabrizio e Cristiano De Andrè, Francesco De Gregori, Ivano Fossati, Giorgio Gaber, Luciano Ligabue , Pacifico, Gerry Rafferty, James Taylor, e infine Edoardo De Angelis, ospite del concerto in una versione a due voci della ballata romana Lella. Un repertorio vario, importante, scelto con il cuore, che Neri interpreta con affetto e personalità, senza far mancare al pubblico la sua ironia, il suo umorismo leggero ed elegante, e la sorpresa del suo debutto in veste di “autore”, con la sua Il Silenzio degli Ulivi. Infine, ecco la band: Marco Caronna (chitarre, bouzouki, aggeggi), Primiano Di Biase (piano, fisarmonica), Domenico Mariorenzi (chitarra, piano), Guerino Rondolone (contrabasso, basso), Simone Talone (batteria, percussioni), Alessandro Tomei (flauto, sax alto, sax soprano), ben sostenuta dalla Orchestra da Camera Romana, con arrangiamenti e direzione del Maestro Valter Sivilotti. L’incasso della serata sarà parzialmente devoluto, per la lotta alla SLA, alla Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus. Un evento da non perdere, per godere di grande musica, partecipare a una straordinaria sorpresa, e avere la possibilità di raccontarlo agli amici, potendo dire: “ Quella sera, al Sistina, c’ero anch’io”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.