RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Pupone di Alessandro Guida presentato oggi ad Alice nella Citta’ foto

Più informazioni su

Pupone, cortometraggio di Alessandro Guida presentato oggi ad Alice nella citta’,  racconta la storia di Sasha, che vive in una casa famiglia con i suoi “fratelli” e gli educatori.

Al compimento dei 18 anni di eta’, Sasha deve abbandonare la casa famiglia, e i “fratelli” con cui è cresciuto, per imparare a diventare grande. Ormai ha un lavoro, e non puo’ piu’ continuare a tornare in quella che lui considera casa, ma che di fatto non lo e’ piu’.

Nel cortometraggio, si evince la difficolta’ di Sasha di entrare a far parte del mondo ‘normale’ (in un contrasto col suo datore di lavoro, si licenzia) e il desiderio di continuare ad essere parte di quella che lui considera la sua famiglia.

In Pupone, la AS Roma e Francesco Totti sono molto presenti. Cosi come Sasha, compiuti i 18 anni, deve lasciare la sua casa per iniziare a vivere da adulto, anche Francesco Totti, per motivi legati all’ eta’ dovette lasciare il calcio giocato, e iniziare un nuovo percorso di vita.

Pupone affronta la tematica relativa alle case famiglia, strutture alle quali tanti minori approdano e dalle quali poi sono costretti a uscire, all’eta’ di 18 anni, per poi tornare da quelle stesse famiglie dalle quali erano stati allontanati.

La casa famiglia – sebbene rappresenti un momento di passaggio – diviene a tutti gli effetti un luogo in cui il minore puo’ vivere il clima familiare, arrivando preparato a un eventuale progetto di affido o adozione o al possibile rientro nella casa d’origine.

Si vengono quindi a creare dei legami fortissimi, sia tra gli ospiti della casa famiglia, che tra gli educatori e gli stessi ragazzi, come ben evidenziato dal commovente dialogo finale tra Sasha e l’educatore Luca.

Al cortometraggio partecipano anche Daphne Scoccia e Fausto Maria Sciarappa.

Pupone e’ prodotto da Nicola Liguori e Tommaso Ranchino per MP Film.

Sylvia Fortini

 

 

 

 

Più informazioni su