RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

“Quell’estate al mare” di Anita Rivaroli e Irene Tommasi vince il World Youth Alliance’s Manhattan Film Festival

Più informazioni su

” Quell’estate al mare“, il cortometraggio scritto e diretto da Anita Rivaroli e Irene Tommasi, allieve del Corso di creazione e produzione Fiction del Centro Sperimentale di Cinematografia –  Sede Lombardia ha vinto la seconda edizione del World Youth Alliance Manhattan Film Festival, svoltosi a New York dal 22 al 24 febbraio 2013.

Alla competizione internazionale hanno partecipato film provenienti da tutto il mondo; “Quell’estate al mare” è stato premiato – insieme ad altri quattro vincitori provenienti dagli Stati Uniti e dalla Filippine – per l’originalità e la creatività con cui ha colto l’essenza ed i valori della World Youth Alliance, associazione formata da giovani, uomini e donne, provenienti da ogni parte del mondo che – in collaborazione con organi della Comunità internazionale quali l’ONU e la Comunità Europea – si impegna a costruire società libere e giuste attraverso lo sviluppo di una nuova visione della vita umana. Visione che afferma la dignità inalienabile della persona, difende l’intrinseco diritto alla vita, sostiene la famiglia e promuove un clima sociale favorevole allo sviluppo integrale, alla solidarietà ed al rispetto reciproco.

I cinque film vincitori verranno proiettati, in occasione di un evento speciale, il prossimo 17 aprile presso la sede delle Nazioni Unite a New York. Il soggetto e la sceneggiatura del cortometraggio nascono da un’esercitazione proposta dai docenti del Corso di creazione e produzione Fiction alla classe di allievi dell’anno 2010 – 2012. Grazie alla piattaforma di crowd-funding Eppela, le due autrici sono state poi in grado di raccogliere una parte dei fondi necessari per la realizzazione del film.

______________
QUELL’ESTATE AL MARE

Sinossi:
Estate 1964. Il sole pomeridiano è ancora alto e una trentina di bambini si allontana risalendo le dune sabbiose della spiaggia libera di Pinarella per scomparire nella pineta.
Sono trenta orfani con un destino non scritto e dei sogni stretti in tasca. Le suore li accolgono come fossero tutti figli della stessa madre. Vivono insieme ogni stagione dell’anno ma quell’estate assaporano la leggerezza e il senso di libertà di un’estate al mare.
Per Valerio è la prima volta: ha sette anni e ciò che vive è un’avventura fatta di sorprese.
Cosa succede quando un bambino di sette anni racconta una storia che dalla fantasia sconfina nella realtà?
E cosa succede quando un uomo anziano riceve in dono la possibilità di dare al proprio passato e al proprio presente un nuovo significato
Con: Anna Meacci, Roberto Citran, Matteo Oggioni, Antonio Esposito.
www.quellestatealmare.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.