RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

QUO VADO? – in prima tv esclusiva oggi su Sky Cinema Uno HD

Più informazioni su

QUO VADO? – in prima tv esclusiva, lunedì 21 novembre alle 21.15 su Sky Cinema Uno HD. Disponibile anche su Sky Go e Sky On Demand.

Il successo cinematografico del 2016 arriva in prima tv esclusiva su Sky Cinema: con ben 65,3 milioni di euro, e quasi 10 milioni di biglietti venduti, è riuscito a sfiorare il record di tutti i tempi (quello di Avatar, che nel 2009 ne incassò 65,7 milioni), divenendo di gran lunga il film italiano con l’incasso più alto al botteghino. L’ultima fatica di Checco Zalone (Luca Medici), QUO VADO?, diretto da Gennaro Nunziante, andrà in onda in prima tv esclusiva, lunedì 21 novembre alle 21.15 su Sky Cinema Uno HD. Il film sarà disponibile anche su Sky Go e Sky On Demand.

quo vado?

quo vado?

Il film racconta la storia di Checco, un ragazzo che ha realizzato tutti i sogni della sua vita. Voleva vivere con i suoi genitori evitando così una costosa indipendenza e c’è riuscito, voleva essere eternamente fidanzato senza mai affrontare le responsabilità di un matrimonio con relativi figli e ce l’ha fatta, ma soprattutto, sognava da sempre un lavoro sicuro ed è riuscito a ottenere il massimo: un posto fisso nell’ufficio provinciale caccia e pesca. Con questa meravigliosa leggerezza Checco affronta una vita che fa invidia a tutti.

Un giorno però tutto cambia. Il governo vara la riforma della pubblica amministrazione che decreta il taglio delle province. Convocato al ministero dalla spietata dirigente Sironi (Sonia Bergamasco), Checco è messo di fronte a una scelta difficile: lasciare il posto fisso o essere trasferito lontano da casa. Per Checco il posto fisso è sacro e pur di mantenerlo accetta il trasferimento. Per metterlo nelle condizioni di dimettersi, la dottoressa Sironi lo fa girovagare in diverse località italiane a ricoprire i ruoli più improbabili e pericolosi ma Checco resiste eroicamente a tutto.

La Sironi esausta rincara la dose e lo trasferisce al Polo Nord, in una base scientifica italiana col compito di difendere i ricercatori dall’attacco degli orsi polari. Proprio quando è sul punto di abbandonare il suo amato posto fisso, Checco conosce Valeria (Eleonora Giovanardi), una ricercatrice che studia gli animali in via d’estinzione e s’innamora perdutamente di lei. Inizia così un’avventura fantastica nella quale Checco scoprirà un nuovo mondo, aprendo la sua piccola esistenza a orizzonti lontanissimi.

La pellicola affronta dunque un tema molto attuale, come la mobilità nel mondo del lavoro, e lo fa attraverso gli occhi del protagonista, che ancora riflette la filosofia di chi insegue il posto fisso, in un’epoca che invece è in bilico tra certezza e incertezza. Come accaduto con gli altri film di Checco Zalone, anche questo riesce a parlare a tutti, dal pubblico più colto e impegnato a quello più spensierato e che vuole svagarsi, come lui solo sa fare, con una comicità che non necessita di volgarità o estremizzazioni e che lascia addirittura qualcosa su cui riflettere. Dal 2009, anno del debutto sul grande schermo con “Cado dalle nubi”, Luca Medici (vero nome di Checco Zalone) è cresciuto sviluppando la sua comicità, la sua capacità di far ridere e sorridere, anche trattando temi molto delicati come, tra gli altri, omosessualità, terrorismo, crisi, instabilità lavorativa, criminalità organizzata, con una freschezza e un’originalità inconfondibile. Anche in “Quo Vado?” quindi spazio alle risate, ma con una certa sensibilità, e per riflettere sui cambiamenti del nostro tempo, con uno stile a tratti graffiante, ma senza pretese educative: «Il nostro film – ha detto lo stesso Zalone – non è un trattato di sociologia del lavoro, diciamo un sacco di… cavolate».

Oltre alla prima tv di “Quo Vado?”, su Sky Cinema sarà possibile vedere tutti i quattro film di Checco Zalone: su Sky On Demand, infatti, sono disponibili anche CADO DALLE NUBI, CHE BELLA GIORNATA e SOLE A CATINELLE.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.