Quantcast

‘Ritmiamo’, a Roma festival permanente e meticcio

Più informazioni su

Roma – “Creare uno spazio dove le persone non abbiano paura, paura dell’altro e paura di esprimere se stesse, a prescindere dalla nazionalita’ e dalla competenza. Un posto dove ognuno possa portare il proprio modo di intendere la cultura, il proprio ritmo”. Cosi’ all’agenzia Dire Ndjock Ngana, camerunense, scrittore e animatore dell’associazione Kel’Lam, sulla manifestazione ‘RitmiAmo – festival multiculturale permanente’, che sara’ presentata a Roma il 30 novembre e si concludera’ a settembre del prossimo anno. Il festival, organizzato da Kel’Lam, dall’associazione dei camerunensi di Roma e d’Italia CamRol e dall’associazione bolognese Musintegra, prevede incontri con protagonisti di differenti etnie, radici e culture, per dar vita, sottolinea l’organizzatore, “a un meticciato artistico oltre che culturale”. Gli eventi in programma si terrano in diversi luoghi della capitale, tra i quali la Casa della cultura Villa De Santis, lungo la via Casilina e il Parco ex-Snia, nel quartiere prenestino. “Abbiamo cominciato tempo fa a organizzare degli incontri tra associazioni africane – spiega Ngana – ma poi abbiamo deciso di espandere queste attivita’ a tutti ed e’ nato il progetto”. Il primo appuntamento, il 25 gennaio del 2020, sara’ infatti dedicato alla comunita’ afgana.

Più informazioni su