RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Ritorna “Un viaggio nell’antica Roma” con la riapertura dei Fori di Cesare e di Augusto

Più informazioni su

Dal 13 aprile al 12 novembre 2017

Il viaggio virtuale di Roma antica continua con il racconto del Foro di Cesare e del Foro di Augusto con la voce narrante di Piero Angela, che tra l’altro ha firmato anche la ricostruzione delle Domus Romane di Palazzo Valentini. La ricostruzione dei due Fori Imperiali è  firmata da Piero Angela e Paco Lanciano, in collaborazione con Gaetano Capasso e con la Direzione Scientifica della Sovrintendenza Capitolina.

Già lo scorso anno, “Un viaggio nell’antica Roma”, ha avuto uno straordinario successo, con oltre 140mila spettatori provenienti da tutto il mondo: iniziata solo con il Foro di Augusto nel 2014 e poi ampliata con il Foro di Cesare, riprenderà a mostrare tutta la suggestiva bellezza che la città aveva, circa 2000 anni fa.

L’archeoshow ai Fori Imperiali ritorna con l’antica Roma dei tempi di Giulio Cesare e di Ottaviano Augusto e ritrova forma nei filmati e nelle animazioni che ci fanno rivivere le pietre e i ruderi dei fori. L’itinerario inizia con il Foro di Cesare con l’ingresso ai piedi della Colonna Traiana, poi si utilizza un sottopassaggio che è lo scantinato delle case dell’antico Quartiere Alessandrino che fu demolito negli anni trenta, per aprire via dei Fori Imperiali, percorso il sottopassaggio si sbuca nel Foro di Cesare.

Nel Foro di Cesare, che all’epoca era dedicato a Venere progenitrice, inizia l’itinerario dell’archeoshow: è possibile vedere un  cambiavalute “nummularius”; dopo si può avere la possibilità, grazie alle ricostruzioni,  di vedere le scritte incise sui muri 2000 anni fa, ricompaiono così passi dell’Eneide scritti in latino corsivo, disegni ed incisioni di vario genere. Con l’aiuto della computer grafica è possibile vedere l’antico splendore dei marmi e la ricostruzione del tempio di Venere che Cesare fece costruire dopo aver sconfitto Pompeo Magno: grazie a giochi di luci ed effetti di luce e di computer grafica, nel percorso riprendono vita le persone nel Foro, poi la Curia si apre, come per magia, raccontando la sua storia.

Il viaggio nel tempo con la ricostruzione dei due Fori ha un carattere itinerante: ci sposta dal Foro di Cesare per andare a quello di Augusto, dove si può gustare lo spettacolo ricostruttivo di questo luogo ricco di storia e di simboli. Il racconto del Foro di Augusto parte dai marmi ancora visibili nel Foro e, attraverso una multiproiezione di luci, immagini, filmati e animazioni, il racconto di Piero Angela si sofferma sulla figura di Augusto, la cui gigantesca statua, alta ben 12 metri, era custodita accanto al tempio dedicato a Marte Ultore. La statua di Augusto, il primo imperatore, guarda in direzione della statua di Romolo, il primo re, collocata all’estremo opposto di fronte alla statua di Augusto.

Per il Foro di Augusto

Dal 13 aprile al 30 aprile: ore 20.20 – 21.20 – 22.20
Dal 1 maggio al 31 agosto: ore 21.00 – 22.00 – 23.00
Dal 1 settembre al 30 settembre: ore 20.00 – 21.00 – 22.00
Dal 1 ottobre al 31 ottobre: ore 19.00 – 20.00 – 21.00 – 22.00
Dal 1 novembre al 12 novembre: ore 19.00 – 20.00 – 21.00
Durata: 40 minuti

Per il Foro di Cesare

Dal 13 aprile al 30 aprile: ore 20.20 – 22.40
Dal 1 maggio al 31 maggio: ore 20.40 – 23.20
Dal 1 giugno al 31 luglio: ore 21.00 – 23.40
Dal 1 agosto al 31 agosto: ore 20.40 – 23.40
Dal 1 settembre al 31 settembre: ore 20.00 – 23.20
Dal 1 ottobre al 31 ottobre: ore 19.00 – 22.20
Dal 1 novembre al 12 novembre: ore 18.20 – 22.00

Spettacoli ogni 20 minuti

Durata: 55 minuti

Costo biglietti: 15 euro intero, 10 euro ridotto; combinato 25 euro intero, 17 euro ridotto.

Emiliano Salvatore

Più informazioni su