Quantcast

Roma, “forza e bellezza” dell’informazione d’agenzia

Più informazioni su

    La galleria Spazio5, in via Crescenzio, ha ospitato un incontro dal titolo “Roma, culla della Storia e dell’informazione d’agenzia”, con la partecipazione di giornalisti e docenti. Suggestiva la scelta perché, fino al 27 novembre, la galleria ospita la mostra fotografica “Roma: Miseria, Bellezza, Coraggio” curata dall’Archivio Riccardi.

    Negli anni ’60 e ’70, questo luogo, col nome “Galleria Scalette Rosse”, fu punto di ritrovo di artisti e scrittori ed ora è stata l’ambientazione ideale per la presentazione del libro ”Pezzi di Storia”, di Stefano Polli e Cesare Protettì, e di un altro libro, stessi autori ed editore (Istimedia), uscito sempre quest’anno, “E’ l’agenzia, bellezza!, storia, teoria e tecniche del giornalismo d’agenzia”, giunto alla seconda edizione, rinnovata e ampliata con una ampia parte dedicata proprio alla fotografia e alle agenzie fotografiche.

    Generico novembre 2021

    (Nella foto, Cesare Protettì, a destra, col decano degli inviati dell’Ansa, Pio Mastrobuoni)

    Arricchiscono il testo due inserti fotografici “vintage” su fatti e personaggi del passato, messi a disposizione dall’Ansa e da Agr, alla quale si devono anche gli scatti delle pagine di Roma deserta durante i giorni più duri del lockdown pandemico realizzati da Maurizio Riccardi.

    A Roma – è stato sottolineato dagli autori – hanno sede tutte le agenzie d’informazione italiane di rilevanza nazionale (Ansa, Agi, Adnkronos, Askanews, La Presse, Dire, Nova, ecc.) e le redazioni italiane delle grandi agenzie straniere (Associated Press, Reuters, ecc.). Seguono e trasmettono ogni giorno migliaia di notizie, foto e video sulla cronaca e la politica del Paese e, con redazioni specializzate, il Papa, il Vaticano e le grandi organizzazioni internazionali che hanno sede a Roma.

    Alcune di queste agenzie hanno oltre 170 anni di vita e le loro cronache sono diventate storia. Una parte di queste vicende, in un percorso lungo quasi 80 anni, è narrata dai 42 giornalisti coautori di “Pezzi di Storia” alcuni dei quali presenti all’incontro: Pio Mastrobuoni, il primo inviato speciale dell’Ansa e poi portavoce del governo Andreotti dal 1989 al 1992, Mario Nanni, veterano dei cronisti parlamentari e autore  di ”Parlamento sotterraneo” pubblicato di recente,  Giovanna Chirri, vaticanista e autrice dello scoop sulle “dimissioni” di papa Ratzinger, Remigio Benni, corrispondente dell’Ansa da Kenya, Somalia, Ruanda, Ex Jugoslavia ed Egitto.

    A Giovanni Currado, responsabile editoriale dell’agenzia Agr, giornalista e fotografo per Agrpress.it, è toccato il compito di spiegare la natura e il contesto della mostra “Roma: Miseria Bellezza Coraggio” che spazia dalla rinascita della capitale dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale fino all’alba del boom economico.

    La mostra – ha detto Currado – condensa 70 anni di storia in 60 scatti firmati da Carlo Riccardi, oggi novantacinquenne, uno dei più noti e attivi fotografi di quei decenni che il cinema ha trasformato in mito per l’immaginario collettivo.

    “Viene così aperta al pubblico, al termine di un progetto promosso dalla Regione Lazio sul recupero della memoria storica, una porzione finora perlopiù inedita dell’ingente materiale custodito nell’Archivio fotografico Riccardi. Si tratta di oltre 3 milioni di negativi di foto scattate da Carlo Riccardi: dai soldati alleati di stanza nella Roma appena liberata ai personaggi della Dolce Vita e ai protagonisti di eventi importanti per la storia del nostro Paese”.

    Più informazioni su