Quantcast

Romaeuropa: “The Sacrifice” di Dada Masilo da domani al 13 novembre in prima nazionale all’Auditorium PdM

Più informazioni su

    Prima Nazionale – Coproduzione REf

    Dada Masilo

    The Sacrifice

    11 – 13 Novembre 2021

    Auditorium Parco della Musica / Sala Petrassi

    h 21 [Sab 13 h16+21]

    da € 25 a € 30

     

    Dopo i suoi Swan Lake (REf13), Carmen (REf15) e Giselle (Ref17), Dada Masilo torna a interpretare i grandi classici del balletto avvicinandosi questa volta a La Sagra della Primavera di Stravinsky con The Sacrifice, in prima nazionale nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica da domani 11 al 13 novembre.

    Ma non è la fusione e la sovrapposizione di danze e bagagli culturali differenti a muovere questa volta la coreografa, che sembra invece rivolgersi al minimalismo e all’energia della danza Tswana, nata nel Botswana e unica per ritmo ed espressività.

    “Mentre studiavo al P.A.R.T.S. (Performing Arts Research and Training Studios) a Bruxelles, ho avuto il privilegio di imparare una piccola sezione de La Sagra della Primavera di Pina Bausch” racconta Masilo. “Ero incuriosita dai ritmi complessi della partitura di Stravinsky. Sono un grande fan dei ritmi stimolanti. Malgrado la mia formazione fino a oggi non ho mai studiato il movimento Tswana, eppure è parte della mia cultura e delle mie origini. Nel creare “The Sacrifice” voglio esplorare il rituale, cosa significava allora il sacrificio per il popolo Tswana e cosa significa oggi. La narrazione è molto importante per me. Voglio creare una storia che sia più profonda di quella di una fanciulla eletta che danza fino alla morte”.

    Cosa è oggi un sacrificio? Ed è davvero necessario per il cambiamento? A partire da queste domande la coreografa costruisce un nuovo tessuto narrativo che la conduce a lavorare sulla sua identità: i canti collettivi, i riti ma anche il dolore e la sofferenza che gli umani possono infliggersi vicendevolmente.

    Con una comunità di dodici interpreti in scena, Masilo presenta il suo spettacolo come un punto interrogativo sulla possibilità di raccontare e scrivere una nuova Storia che possa liberarci dalla crudeltà.

    Crediti

    Coreografia: Dada Masilo
    Musicisti: Ann Masina, Tlale Makhene, Leroy Mapholo
    Danzatori: Dada Masilo, Sinazo Bokolo, Julia Burnham, Zandile Constable, Liyabuya Gongo, Refiloe Mogoje, Thandiwe Mqokeli, Lwando Dutyulwa, Thuso Lobeko, Thamsanqa Majela, Llewellyn Mnguni, Steven Mokone, Lebo Seodigeng, Thami Tshabalala, Tshepo Zasekhay

    In parte supportato da The Prince Claus Fund Next Generation Award 2018

     

    www.romaeuropa.net

    Facebook

    Instagram

    Più informazioni su