RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Sarah joue un loup-garou è il film svizzero della quarta giornata della 32. Settimana Internazionale della Critica

Più informazioni su

La 32. Settimana Internazionale della Critica presenta domenica 3 settembre (Sala Perla, ore 14) il film in concorso Sarah joue un loup-garou (Sarah plays a werewolf), lungometraggio di esordio della regista svizzera Katharina Wyss, accompagnata a Venezia dalla protagonista del film Loane Balthasar. La storia di Sarah è quella di giorni di ribellione, una lotta costante contro la solitudine, sua vera nemica.

“Il desiderio d’infinito di una giovane donna tesa fra l’assoluto di Shakespeare e il mito della wagneriana morte per amore – ha spiegato Giona A. Nazzaro, delegato generale della SIC -. Un mondo dove il teatro s’intreccia con i battiti del cuore e la tentazione romantica del suicidio. Attraverso una costruzione visiva nervosa ed elegante, fra interni borghesi e spazi mentali, il sogno di una rivolta inevitabile”.

Dopo la proiezione la regista e l’attrice saranno protagoniste di un incontro con il pubblico e la stampa.

La proiezione di Sarah joue un loup-garou sarà preceduta da Piccole donne, tra i cortometraggi della seconda edizione di SIC@SIC (Short Italian Cinema @ Settimana Internazionale della Critica) diretto da Letizia Lamartire, trentenne da poco diplomatasi al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Ambientato nel 1943, Lamartire racconta del coraggio di una bambina che non vuole cedere alle dure regole di un regime che sta per disfarsi.

 

La Settimana Internazionale della Critica (SIC) è una sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (30 agosto – 9 settembre 2017) e composta da una selezione di sette opere prime in concorso e due eventi speciali, tutti presentati in anteprima mondiale.

Alla selezione di lungometraggi si affianca SIC@SIC, un programma di sette cortometraggi di autori italiani non ancora approdati al lungometraggio, e due cortometraggi presentati come eventi speciali, tutti in prima mondiale. SIC@SIC nasce dalla sinergia fra il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) e Istituto Luce-Cinecittà, ed è una delle iniziative per il supporto allo sviluppo del nuovo cinema italiano e per la promozione dei giovani autori. La selezione dei lungometraggi e dei cortometraggi presentati alla Settimana Internazionale della Critica è curata dal Delegato Generale della SIC Giona A. Nazzaro con i membri della commissione di selezione Luigi Abiusi, Alberto Anile, Beatrice Fiorentino e Massimo Tria.

I sette lungometraggi in concorso alla 32. Settimana Internazionale della Critica concorrono al Premio del pubblico SIAE, realizzato grazie al sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, e consistente in un premio di € 5.000. Inoltre, i film della sezione concorrono all’assegnazione del Premio Circolo del Cinema di Verona, assegnato da una giuria composta da soci del Circolo di Verona e destinato al film più innovativo della sezione, e del Premio Mario Serandrei – Hotel Saturnia per il Miglior Contributo Tecnico, sponsorizzato dall’Hotel Saturnia di Venezia e assegnato da un’apposita commissione di esperti. I film della SIC, come tutte le opere prime di lungometraggio presenti nelle diverse sezioni competitive della Mostra (Selezione Ufficiale e Sezioni Autonome e Parallele) concorrono all’assegnazione del Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”.

 

Più informazioni su