RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Terminal 1 aeroporto di Fiumicino ‘Leonardo da Vinci’: ‘Roma si mette in luce’

Più informazioni su

‘Roma si mette in luce’: questo il nome dell’imponente progetto illuminotecnico, allestito in vista delle festività natalizie, che da ieri ha acceso, con migliaia di luci e proiezioni su maxischermi, la capitale, i suoi luoghi storici, ma anche l’aeroporto e le periferie. Ieri l’inaugurazione, con l’accensione dell’albero antistante il Terminal 1 dell’aeroporto di Fiumicino ‘Leonardo da Vinci’: «L’aeroporto di Fiumicino è la vetrina d’Italia – ha detto il presidente dell’Adr, Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona – con questa iniziativa tecnologica, colleghiamo simbolicamente Roma al resto del mondo e accendiamo il futuro e la speranza». All’albero del Terminal 1, si aggiunge, infatti, un secondo albero posto in corrispondenza del Terminal 3 e un’installazione di 50 farfalle in volo, con il titolo ‘Butterfly’, realizzata dalla designer milanese Chiara Lampugnani, sparse per lo scalo aeroportuale: ognuna ha un’apertura alare di circa 2 metri e accoglieranno i turisti in arrivo nella capitale con 18mila led a luce bianca. Il progetto è stato realizzato all’insegna della sostenibilità ambientale, del risparmio energetico, della creatività e dell’innovazione. È spettato al sindaco di Roma Capitale, accendere l’interruttore: «L’evento che quest’anno coinvolgerà non solo tutto il centro storico della Capitale, ma anche i quartieri periferici – ha detto Gianni Alemanno nel corso della conferenza – sarà un progetto unico in tutto il mondo che consentirà di salutare le festività natalizie e di concludere degnamente l’anno delle celebrazioni per l’anniversario dell’unità d’Italia e i 50 anni dell’aeroporto. Si comincia dalla porta di accesso della Capitale per arrivare fino al cuore della città». Dopo Fiumicino, infatti, toccherà via Frattina e a tutto il centro storico, dove verranno posizionati dei ‘marker’ ai quali si potranno avvicinare smartphone e tablet per ricevere notizie sul cinema italiano; nei giorni successivi, toccherà a via dei Condotti dove «diamanti di luce scintilleranno sospesi sulla via dello shopping», fino a Piazza di Spagna con la Fata delle Nevi che accompagnerà i passanti; altre iniziative anche alla Stazione Termini e a partire da Piazza Venezia dove, per festeggiare i 150anni dell’Italia unita si dispiegherà un nastro tricolore di luci sospeso su tutta via del Corso. «Il progetto – ha spiegato Alemanno – collegherà Roma a Mosca e Cracovia e sarà la più forte illuminazione natalizia fatta a Roma da molti anni a questa parte. Bisogna dare un segnale di speranza, di attrazione turistica e tutto questo viene finanziato da sponsor privati e quindi non ci impegnano dal punto di vista pubblico». Sono state, infatti, circa 500 le attività commerciali su tutto il territorio capitolino che hanno contribuito all’iniziativa. «La crisi – ha detto il sindaco – si vince anche infondendo speranza». Lo sforzo economico per la realizzazione del progetto è stato nel complesso di 800mila euro, più altri 100mila investiti per le periferie. L’assessore alle Politiche Culturali di Roma, Dino Gasperini, ha parlato di una «prima scommessa vinta per Roma, un investimento che fa bene alla città. La caratteristica del progetto – ha detto – è l’uniformità degli arredi in un dialogo fra linguaggi diversi». L’assessore alle Attività produttive, al Lavoro e al Litorale, Davide Bordoni, ha sottolineato come «i commercianti hanno capito il significato di un progetto coordinato tra aeroporto, luoghi storici e periferie. Roma deve contare sul suo comparto commerciale oltre che su quello culturale».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.