RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Venezia, Il film argentino Temporada de caza (Hunting season) alla 32.Settimana Internazionale della Critica

Più informazioni su

La 32. Settimana Internazionale della Critica presenta sabato 2 settembre (Sala Perla, ore 14) il lungometraggio in concorso Temporada de caza (Hunting season), opera prima della regista argentina Natalia Garagiola, già autrice di tre cortometraggi di finzione presentati in alcuni tra i più rilevanti festival cinematografici internazionali. Ambientato in Patagonia, Temporada de caza racconta di un inesistente rapporto tra un padre e figlio e del risentimento che cederà il passo a un possibile rapporto fra i due. “Come filmare maschi in lotta fra di loro? Natalia Garagiola – ha raccontato il delegato generale della SIC Giona A. Nazzaro – aggredisce il maschile con l’irruenza di uno sguardo retto da una macchina da presa inarrestabile e stacchi di montaggio sorprendenti come rasoiate. Una lotta senza esclusione di colpi e una elaborazione del lutto profonda e radicale”. Dopo la proiezione la regista e il protagonista Lautaro Bettoni saranno protagoniste di un incontro con il pubblico e la stampa.

La proiezione di Temporada de caza (Hunting season) sarà preceduta da Il legionario, tra i cortometraggi della seconda edizione di SIC@SIC (Short Italian Cinema @ Settimana Internazionale della Critica) diretto da Hleb Papou, nato in Bielorussia e in Italia dal 2003, che al pubblico della Mostra presenterà il suo lavoro di diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Il legionario racconta la storia di un poliziotto figlio di genitori africani nato a Roma, diviso tra l’amore per la sua famiglia e la fedeltà alla Polizia.

Temporada de caza (Hunting season) (Argentina, Usa, Germania, Francia, Qatar, col., 110’)

Regia e sceneggiatura: Natalia Garagiola. Fotografia: Fernando Lockett. Suono: Santiago Fumagalli. Scenografia: Marina Raggio. Musiche: Juan Manuel Tobal. Costumi: Victoria Nana. Interpreti: Lautaro Bettoni, Germán Palacios, Boy Olmi, Rita Pauls. Produzione: Matias Roveda, Santiago Gallelli, Benjamin Domenech – Rei Cine SRL. Co-produzione: Mynette Louie – Gamechanger Films, Jonas Katzenstein, Maximilian Leo, Catharina Schreckenberg – Augenschein Filmproduktion, Philippe Avril – Les Films de l’Étranger. Produzione esecutiva: Julie Parker Benello, Dan Cogan, Geralyn Dreyfous, Wendy Ettinger. Co-produzione esecutiva: Abigail Disney, Regina K. Scully. Vendite internazionali: Alpha Violet.

Il legionario (Italia, 2017, col., 13’)

Regia: Hleb Papou. Sceneggiatura: Giuseppe Brigante, Emanuele Mochi, Hleb Papou. Fotografia: Félix Burnier. Montaggio: Fabrizio Paterniti Martello.Musiche: Boris R. D’Agostino, Letizia Lamartire. Suono: Giandomenico Petillo. Scenografia: Vieri Ceccone, Marco Pittacci. Costumi: Fiordiligi Focardi. Interpreti: Germano Gentile, Federico Lima Roque, Francesco Acquaroli. Produzione: CSC Production – Elisabetta Bruscolini.

 

La Settimana Internazionale della Critica (SIC) è una sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (30 agosto – 9 settembre 2017) e composta da una selezione di sette opere prime in concorso e due eventi speciali, tutti presentati in anteprima mondiale.

Alla selezione di lungometraggi si affianca SIC@SIC, un programma di sette cortometraggi di autori italiani non ancora approdati al lungometraggio, e due cortometraggi presentati come eventi speciali, tutti in prima mondiale. SIC@SIC nasce dalla sinergia fra il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) e Istituto Luce-Cinecittà, ed è una delle iniziative per il supporto allo sviluppo del nuovo cinema italiano e per la promozione dei giovani autori. La selezione dei lungometraggi e dei cortometraggi presentati alla Settimana Internazionale della Critica è curata dal Delegato Generale della SIC Giona A. Nazzaro con i membri della commissione di selezione Luigi Abiusi, Alberto Anile, Beatrice Fiorentino e Massimo Tria.

I sette lungometraggi in concorso alla 32. Settimana Internazionale della Critica concorrono al Premio del pubblico SIAE, realizzato grazie al sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, e consistente in un premio di € 5.000. Inoltre, i film della sezione concorrono all’assegnazione del Premio Circolo del Cinema di Verona, assegnato da una giuria composta da soci del Circolo di Verona e destinato al film più innovativo della sezione, e del Premio Mario Serandrei – Hotel Saturnia per il Miglior Contributo Tecnico, sponsorizzato dall’Hotel Saturnia di Venezia e assegnato da un’apposita commissione di esperti. I film della SIC, come tutte le opere prime di lungometraggio presenti nelle diverse sezioni competitive della Mostra (Selezione Ufficiale e Sezioni Autonome e Parallele) concorrono all’assegnazione del Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”.

Più informazioni su